giovedì 15 marzo 2012

Fate (3)

The Union of the Snake is on the clim
It's gonna race it's gonna break
Gonna move up to the borderline.


La suoneria la conosceva bene, una vecchia canzone dei Duran, nemmeno troppo famosa, lei si ricordava ogni strofa. A casa sua dicevano sempre : attenta, perché le cose lunghe diventan serpenti. Ma a lei era piaciuto il suo corteggiamento, proprio perché parlava tanto. Faceva discorsi lunghissimi, l'ultimo che l'aveva conquistata era durato più di quelli di Fidel Castro. E lei in quel periodo non era certo Bush Jr, aveva ceduto Guantanamo e anche di più. Lui non aveva nemmeno la barba. Gli incantesimi lunghi però sono difettosi, le canzoni passano (anche le hit, soprattutto le hit), i ricordi smettono di gemmare. Le cose lunghe tornan serpenti.

"Ho solo un'ora", gli disse passandogli sotto il tavolo le chiavi dell'appartamento. Lei mangiò la punta del panino che il rivoluzionario aveva abbandonato sul piatto, non era rimasto che il suo profumo, senza salse.

Ci sono brutte favole e belle dittature, pensò, mentre lo sconosciuto usciva dal bar.





continua









16 commenti:

  1. eh... più di Fidel! AHHHHHHHHHH

    RispondiElimina
  2. breve ed intenso...le cose lunghe sono serpenti, d'ora in poi sarà il mio motto. baci

    RispondiElimina
  3. a volte le hit ritornano e chissà, forse i serpenti ritornano ad essere solo lunghi

    RispondiElimina
  4. E se poi è un boa costrictor ...... miao

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. In amore apprezzo i discorsi brevi, chiari ed inequivocabili.
    E, poi, adoro il silenzio :)

    La révolution du silence
    Je t'enlace
    Marlene

    RispondiElimina
  7. -Ci sono brutte favole e belle dittature -
    come hai ragione jardigno, un sorriso, Elisabeta_b

    RispondiElimina
  8. Le cose lunghe diventano serpenti. Freud ti avrebbe chiesto l'amicizia su fb. :)

    nessuna favola sarai mai tanto brutta quanto una "bella" dittatura! Ciao Giardi!

    RispondiElimina
  9. "Le cose lunghe diventan serpenti" è l'essenza della verità. Questa frase da oggi è mia.

    RispondiElimina
  10. ...ma perchè vedere sempre il serpente come negativo, proviamo a dire viva il serpente...e intanto che ci siamo a dire anche viva il lupo al posto di crepi?

    RispondiElimina
  11. Chiedo scusa, a parte la terza parte che come al solito, mi stupisce e mi intriga da morire come sempre ti vorrei invitare a passare da me qui http://sonoiosandra.blogspot.it/2012/03/baci-di-dama-e-la-singolar-tenzone.html: sarei onorata di un tuo contributo anche senza ricetta... sarebbe incredibile.... scusa l'intrusione sui commenti, quando lo fanno con me mi fanno arrabbiare......

    RispondiElimina
  12. Ho sempre sognato di girare con un boa sul collo come l'uomo del circo ... ora so di averne una intera parure da collezione!
    Ciao
    Andrea

    RispondiElimina
  13. sono nuovissima nel "mondo del blog" …come posso seguirti? help

    RispondiElimina
  14. Era invece la mia preferita di "ARIIIINA", the union of the snake...
    Nella lingua delle fate, una mollica di pane presa dal tavolo a fianco (che so io, ad esempio, in un finto oktober fest della provincia di Massa E Carrara) contiene molte più parole di un discorso strisciante.

    RispondiElimina