giovedì 25 luglio 2013

And fire in the sky



 
Il ragazzo ascoltò di nuovo il tuono, con attenzione, non era sicuro di riconoscerlo. Il vecchio prima di morire gli aveva spiegato che, prima avrebbe smesso di piovere, poi avrebbe sentito un segnale: un tuono leggero senza eco, diverso da tutti gli altri. Il seguito era ancora più confuso nei suoi ricordi, doveva far uscire la colomba o aspettare che comparisse l'uccello con qualcosa infilato nel becco?
In verità era più semplice di quanto si sarebbe aspettato, perché di cose volanti su quella barca lunga 150 metri ne erano rimaste due: una coppia di pipistrelli con i testicoli rossi che non uscivano mai dalla stiva. Il resto se l'erano mangiati i tre figli del vecchio. Non era mai andato d'accordo coi figli del vecchio, non poteva, loro pensavano di avere una missione, lui era solo un clandestino, loro lavoravano per conto di dIO; lui era libero.
 
Quello che si chiamava Cam passava tutto il tempo a suonare la chitarra, gli piacevano le canzoni dove poteva fare shala-la-la alla fine mentre gli altri due chattavano di continuo. Con chi cazzo parlavano poi se era tutto sott'acqua?
Cam era stato il primo a tuffarsi dopo la morte del vecchio, gli altri due aspettarono di perdere la connessione poi lo seguirono.
 
Con la donna invece non c'erano mai stai problemi, con lei si occupavano degli animali, ma era lei quella che prendeva in carico quelli più incazzosi, quelli che ti mangiano la mano per dirti grazie. Certo non sembrava la moglie del vecchio, i figli non gli assomigliavano. Gli dispiaceva tanto per la donna, almeno lei era stata l'ultima a lasciare la barca, un po' era incazzato perché l'aveva lasciato solo, un clandestino a comandare una nave piena di bestie. Proprio piena no, perché ormai gli rimanevano quattro mammiferi ridotti peggio di vecchi peluche e qualche timido geco. Sarebbe rimasto dentro un mondo dominato dalle sogliole, solo quelle riusciva a pescare ormai.
 
Un nuovo tuono, indistinguibile, il vecchio non era stato chiaro per nulla, come poteva riuscire a beccare quello giusto ? Il cielo fece ancora un rumore, o era un ruggito? Un rutto...

19 commenti:

  1. Ma voglio leggere come va a finire, adesso! :-))

    RispondiElimina
  2. Un mondo dominato da sogliole... Eh eh!

    RispondiElimina
  3. finale difficile da digerire...

    RispondiElimina
  4. .....le donne si occupano sempre degli animali!.....
    fra

    RispondiElimina
  5. Bellissima la tua "arca" Giardy .....
    E stravero che sto mondo è piatto, come una sogliola ................

    No, non era un ruggito quel rumore e neanche un rutto ..... era uno strappo Giardy, solo un semplice e banale strappo del cielo!

    A poi

    RispondiElimina
  6. questo romanzo non potrà mica rimanere qui così sospeso tra acqua e cielo vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non dipende mica da me ...

      ;-)

      Elimina
    2. inoltrerò la mia formale richiesta all'editor della Varano che si occupi anche del sequel o del prequel o del mentrequel

      Elimina
    3. o hai cambiato editore? ora che vedo non c'è mica la casa editrice

      Elimina
  7. Pipistrelli con i testicoli rossi? Non lo sapevo...

    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  8. LA VERITA' DELLA GENESI
    Uccelli vs Sogliole: è questa la sfida del nuovo mondo, quello che di sicuro germoglierà dal limo dell'apocalisse.
    I mammiferi e i gechi, la donna e il vecchio, e gli inutili Cam e fratelli, sono personaggi secondari, ed irrilevanti,in questo capitolo apocrifo che getta nuova luce sulla verità della Genesi.

    Il mondo ridotto all'essenziale: volatili vs pesci, incontro arbitrato da un clandestino che, in virtù della sua stabilita invisibilità, farà la parte di Dio.
    Il tuono è solo elementare scenografia, mentre il rutto, che io immagino modulato in aramaico, è solo un diversivo.

    Personalmente, e senza alcuna malizia, tifo per gli uccelli, che le sogliole, è ben risaputo, acquistano un qualche timido sapore solo dopo una paziente sfilettatura.
    E' a questo punto della Genesi che si materializza il controverso personaggio di Onan......

    Antoine, nous et Pape Bergoglio, campons de lire les révélations futures.
    À bientôt, donc.
    Marlene











    RispondiElimina
  9. La Genesi secondo il Giardy .... che ne è dei felini vari ? miao !

    RispondiElimina
  10. Certo che il vecchio uno sforzo di chiarezza ulteriore poteva anche farlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti, ma capisci la situazione ...

      Elimina
  11. Non ho mai sentito questi romanzi altrove...non ho capito se li scrivi tu o meno. Comunque a me le "rivisitazioni" piacciono sempre tanto :)

    RispondiElimina
  12. Ah, ecco, ho letto di lato che i romanzi non esistono.. ^_^" scusa per la mancata attenzione!

    RispondiElimina
  13. il cielo ha digerito bene allora! io in kenya ho visto scimmie con i testicoli azzurri ma forse fanno parte di un'altra storia...

    RispondiElimina