mercoledì 21 settembre 2011

Cose d'amore (roba semplice)




Il mio amore è una pianta grassa, facile da governare, con quella peluria che sembra innocua, ma brucia quando si struscia addosso. Fa un fiore disassato (né in cima, né in mezzo). Un fiore blu. Confina col tuo giallo.

E' un europallet 80x120 standard, resistente, durevole. Se lo vai a misurare scopri che le dimensioni esatte sono 79x117. Non c'entra tutto quello che dico.

Il mio amore è un bicchiere di plastica, non ecologico. Ogni cosa che ci versi prende un po' di quel sapore. Per smaltirlo ci vorranno almeno 200 anni. Dovremmo stare attenti anche a buttarlo. Credimi è una cosa romantica.

E' la bandiera di Gibuti (e dov'è Gibuti?) un casino ricordarsela, impossibile da dimenticare; c'è una piccola stella rossa in campo bianco.

E' in questo scontrino : torta c. panna, tovaglie cart., piatti usa e getta plast., preservativi J., prosecco Vald., fuga (per pavimenti), candele profumate. I totali non si leggono più, nemmeno il resto, in fondo. Mi sembra giusto. Perché un mistero è così, all'inizio si conosce tutto.

Il nostro amore è la cornice che aspetta una foto.

29 commenti:

  1. In copertina una splendida illustrazione di :
    http://jameses.oliveart.cz/index.php?page=illustration

    buon autunno

    RispondiElimina
  2. Molto romantico e poi le dimensioni non contano ... o no?

    RispondiElimina
  3. e' nelle storie d'amore che dai il massimo, ti vengono che è una meraviglia, è nella ricerca dei tesori in rete che eccelli

    RispondiElimina
  4. In quello che dici c'entra tutto, eccome, giacché l'amore permea le cose.

    Complimenti per aver dato vita e spazio ai quattro elementi della natura, organizzandoli attraverso la poetica, in un'armonia di sentimenti:

    ARIA - Bandiera del Gibuti
    ACQUA - Bicchiere di plastica
    FUOCO - Pallets di legno
    TERRA - Pianta grassa

    LA CORNICE - il riquadro perfetto.

    L'unica nota stonata è l'artificio, la lista, il prodotto tecnologico umano: lo scontrino, cioè un elemento artificiale in natura. la carta.

    RispondiElimina
  5. Non ho parole, le hai già utilizzate alla perfezione tu "...Il mio amore è una pianta grassa, facile da governare, con quella peluria che sembra innocua, ma brucia quando si struscia addosso..."splendido

    RispondiElimina
  6. Tutti, tutti gli amori Giardy son fatti di Mistero e di peluria e bruciano, accipicchia, bruciano tanto quando li sfreghi troppo, specialmente quando prendeno fuoco (l'europellet) facendolo entrare per forza. E quando lo assapori fino in fondo (ma in fondo in fondo), ne bevi l'essenza in un banalissimo bicchiere di plastica ke ne prende il sapore e lo conserverà per una mezza eternità, come quella stella rossa stampata sul bianco che forse se già spenta, ma noi non lo sappiamo perché ancora ci giunge la sua luce.
    E se il totale ed il resto si sono cancellati... bè...quest'amore è perfetto!
    Le foto non servono sono per gli amori complicati...questo è "roba semplice", è eterno...non sarà mai reciclato!!!!!
    Strabacio incorniciato!
    Elisena

    RispondiElimina
  7. Bellissima! Ti manca solo l'editore, io leggerei tutti i tuoi libri :)

    RispondiElimina
  8. Ma davvero l'amore è così semplice?
    Semplice come una poesia scritta su uno scontrino: accessori per un party a due.
    Che stupida sono stata a farmi scalare, ogni volta, i punti sulla spesa.

    Enchantée par cette idée, ainsi belle, de l'amour simple.
    je t'embrasse, à bientôt
    Marlene

    RispondiElimina
  9. Poesia... che meraviglia... :)
    Mi piacerebbe leggerlo.

    RispondiElimina
  10. che meraviglia questo amore.
    La lista della spesa è una poesia e un invito allo stesso tempo.
    State preparando una cena a due (preservativi, candele prosecco, torta con panna) ma vuole essere sicur* di consumare questo amore peloso e bruciante nel pulito (fuga piastrelle).

    Io credo che ti ami davvero: è dai dettagli che si capisce.

    RispondiElimina
  11. Il mio amore è questo portapenne russo di legno che mi ha sempre seguito nei vari traslochi e che segna un po' la continuità.

    RispondiElimina
  12. bello veramente questo racconto, in breve hai descritto un amore, una passione, di ieri, di oggi, di domani...ho colto gli attimi, le emozioni...molto originale, diverso dai soliti racconti

    RispondiElimina
  13. che dolcezza ....
    un buon tutto di fine settimana!
    mirco

    RispondiElimina
  14. La foto da incorniciare falla prima di cena....dopo c'è dell'altro!!

    RispondiElimina
  15. Ma è fantastico il paragone col bicchiere di plastica! Altro che le solite frasette trite e ritrite!!

    RispondiElimina
  16. Il bicchiere di plastica non ecologico...bravissimo jardigno, leggerti è autentico piacere, Elisabeta_B

    RispondiElimina
  17. E' in questo scontrino ......
    tra una torta alla panna e un prodotto qualsiasi. Si credo anch'io dovrebbe essere lì, nelle cose quotidiane, ma con un qualcosa di diverso ogni giorno, si sbiadirà lo scontrino ma non il momento vissuto insieme. Eppure raramente è così. Raramente, ma qualchevolta accade :

    "Si dirada la nebbia
    E tu mi chiami dall’altra stanza
    Sono due anni che viviamo insieme

    E intanto pieghi vestiti con cura
    Con un colpo alle tende
    Le scosti dai vetri.

    Si dirada la nebbia
    E l’auto è già accesa
    Aspetto che scenda
    Ho chiuso il garage.

    Si dirada la nebbia
    Si apre lo sportello
    E frusciano le tue vesti
    Siamo pronti.

    Si dirada la nebbia
    E così tutto appare
    Si dirada la nebbia
    E tutto è meraviglioso "

    testo_canzone_si_dirada_la_nebbia_ Andrea Chimenti:

    RispondiElimina
  18. ciao
    riceccomi a casa dopo la vacanza...
    quante foto richiederanno la loro cornice...

    ^_______^

    RispondiElimina
  19. Il mio amore è una saponetta, mi è passato addosso ed è scivolato via ancor prima che potessi accorgermi di lui.

    Belle le tue cose. Ma credo di avertene già scritto.
    Ciao.

    RispondiElimina
  20. uh, non avevo visto che hai il badge di fb :-)

    RispondiElimina
  21. sei fantastico..un video meraviglioso..ma dove li trovi??..e le tartine poi?..beh..sempre un piacere perdersi nei tuoi meandri..;))..l.dew

    RispondiElimina
  22. bel post, cose semplici, vere, senza infingimenti.

    RispondiElimina
  23. Il tuo commento mi ha incuriosito.. è stata una fortuna. Così ti ho trovato e ora ti leggo.

    Questo post è stupendo. E poi mi piace perchè la mia mamma dice sempre che sono un cactus.. e poi lo scontrino.. e poi "un casino ricordarsela, impossibile da dimenticare".
    Grazie delle tue parole!

    Continuo a dare un'occhiata in giro.

    A presto.

    RispondiElimina
  24. io mi limito a leggere, gli occhi godono :)
    parole non ne ho, quelle belle le hai usate tutte tu

    RispondiElimina
  25. Mi hai fatto rivalutare i bicchieri di plastica.
    Molto, molto bello.

    RispondiElimina
  26. Silver Silvan5 aprile 2014 19:49

    Mah, i commenti non sono per niente all'altezza dei post. Bocciati. Senza appello. Sciò.

    RispondiElimina