venerdì 7 gennaio 2011

ai quattro angoli del cuore




Succhiarsi il sangue e poi sbarcare
come un marines sopra il tuo cuore


L'avrò ripetuto mille volte al proprietario : quella casa non si può vendere con la gente dentro !
Non lo capirà mai, ma come fai a vendere un appartamento così brutto, così periferico, così tuttodarifare con dentro un gruppo di studentesse in affitto ? Quelle appena entra qualche compratore mi guardano ed io sento dentro di me la voce che dice : fammi andar via...
I due appuntamenti di oggi sembrano saltati, è tardi e non è ancora arrivato nessuno. Mi sento sollevato mentre il cielo sbiadiva dietro le gru. Certo hanno ragione all'agenzia : un agente cazzuto l'avrebbe già venduto l'appartamento.

Dio che ho ? La testa mi fa male; è meglio che mi faccia vedere dalle ragazze per rassicurarle.
Eccole lì, come al solito, c'è quella che lava i piatti e asciuga il viso, piccole regine fra statue di eroi e di operai, pezzi, d'auto, spade antiche e qualdri falsi che quel coglione del propietario non ha mai tolto di mezzo. Non bastasse tutto il resto a renderla invendibile questa cazzo di casa. Un agente immobiliare veramente cazzuto non accetterebbe una vendita del genere.

Mi sono dimenticato una cosa importante : il poster. Le ragazze sono pure fans assatanate di Baglioni. Il poster campeggia sulla parete più grande, autografato da Claudio : una vera reliquia, altro che l'anulare di San Bartolomeo della chiesa di fronte.

Stasera sembra ci sia una cerimonia, daventi al poster, una lunga fila di candele rosse sembrabno piccole giostre con tanta luce. Ho aperto con le mie chiavi, non mi hanno sentito. Mi sento un po' in colpa ad averle prese di sorpresa
Le saluto scusandomi.
Tutto bene mi rassicurano.
"E tu come stai?" ,mi fa Lia mentre corre in cucina con qualcosa in grembo. Lo sguardo mi cade sul muro che è fitto di scritte minuscole. L'inchiostro sembra ancora fresco e guardandolo da vicino non sembra nemmeno inchiostro perché si formano delle piccole croste sulla pancia delle vocali. Ora mi sento veramente inquieto. Mi guardano con occhi che tirano sassi.

I muri della stanza sono tutti vergati con quella calligrafia graffiata, da quella scritta :

Si7 perché domani sia migliore perché domani tu
Si7 perché domani sia migliore perchè domani tu
Si7 perché domani sia migliore perché domani tu

Porca puttana, non ho mai capito niente ! Eccole circondarmi con dei sorrisi accuminati; la mia testa invece continua a rimbombarmi come ad Agosto grilli e stelle. Sono veramente fregato. Non riesco a pensare.
Mi accorgo di Lia quando è già alle mie spalle. Sento le sue labbra sul collo e un rivolo di sangue che raggiunge il maglione...
Non la prenderò mai la provvigione su questo cazzo di trilocale.

Improvvisamente la sento irrigidirsi, le altre si tengono la pancia dolenti. Qualcuna striscia in bagno presa dalle convulsioni, un'altra si spoglia lentamente un bottone poi l'altro. Approfitto del momento per gettarmi sulla porta, la maniglia scivola dalle mani sudate, ma la paura stavolta mi guida bene. Sulla via di casa mia.

Il cellulare vibra ancora.

La suoneria, ora mi torna in mente. Guardo il display con riconoscenza. Quella santa donna di mia sorella con la passione per la musica classica...
Trilla ancora, ma non rispondo. Lascio correre tutte le note, le lascio attraversare la strada.
Concerto per violino e orchestra Op. 64 di Felix Mendelssohn Bartholdy

Salvo, felice e vivo. Non mi accorgo nemmeno di quel'azzurro scalzo in cielo.
L'agenzia di viaggi Tunisia in fondo dall'altra parte della strada offre una vacanza a Monastir a soli 125€ a testa per una settimana.
Andare lontano non basta.

37 commenti:

  1. la storia è una cucitura dei testi del grande Claudio Baglioni, ci sono decine di citazioni (alcune evidenziate in corsivo altre no. Il gioco poteva essere di individuarle tutte, ma ve le risparmio...
    Mi piaceva l'idea delle vampire stregate dal cantautore romano. Perché i vampiri devono attingere solo al barocco ?
    Mangia un po' di più che sei tutt'ossa mi sembra così tenebroso ...

    RispondiElimina
  2. ...li ho sempre odiati, intendo gli agenti immobiliari e Baglioni...le streghe invece...per loro ho una vera passione.

    RispondiElimina
  3. Delle canzoni di Baglioni mi piacciono solo i tempi… ahhhhh! quei tempi! l'adolescenza della vampira stregata! :)))) bentornato!

    RispondiElimina
  4. Giardy, la vita è adesso e ...io qui e tu là a parlar d'amore, come si può, come si fa, io me ne andrei.... poi lunghe corse affannate incontro a stelle cadute, le mani sempre più anziose, di cose proibite e le patacche che t'ammolla quella là. Tu sarei sempre il mio peccato originale in questa corsa per la vita! E ora fammi andar via mio piccolo grande amore,noi domani andremo un pò più fretta e il ricordo di me sarà per sempre per tutto quanto il tempo in questo addio....Ho sbagliato qualche cosa? Boh!
    Forse un pelo di etichetta, ma non era la regina Elisabetta...
    Ciao, Giardy...augurandoti ancora mille giorni di te!
    Elisena

    RispondiElimina
  5. non mi piace nè claudio baglioni nè gli appartamenti affollati....

    RispondiElimina
  6. Adoro il concerto per violino e orchestra opera 64 di Mendhelssohn

    incamero le parole di tutte la canzoni, Baglioni compreso, fin dalla più tenera età
    (la ragazza non poteva chiamarsi che Lia, quella che lava i piatti ed asciuga il viso)


    e tu come stai?

    Bentornato Giardi :)

    RispondiElimina
  7. io non riesco a vendere un pappartamentino a Monza, libero... solo perchè a fianco al mio c'è una famiglia extracomunitaria che ha comprato!

    RispondiElimina
  8. Baglioni non mi piace e il sangue degli immobiliaristi neanche... Però è forte il ribaltamento in fatto di sanguisughe: da quello che sembrava esserne il re alle vittime, più golose di sangue che di provvigioni...
    Buona giornata

    RispondiElimina
  9. SIGNORA LIA
    Lia non era di sicuro, tra tutte, la più carina ma, quello che di lei ti colpiva, in maniera strana e dolorosa, era lo sguardo perennemente affamato.
    Ti sfiorava col suo sguardo triangolare di lucertola, penetrandoti coi suoi occhi bui, per posizionarsi, in maniera innamovibile, in qualche parte della tua coscienza, e permanervi il tempo necessario per generare l'esigenza di rivederla.
    All'interno del gruppo, Lia, era l'elemento subliminale, olfattivo, quello senza contorni, preposto a sedurre.
    Le altre erano solo belle.
    Così, seppur non ricordavi il colore dei suoi capelli o quello degli occhi, ricordavi di sicuro il suo breve nome: Lia
    Bussavi alla sua porta e veniva sempre una delle altre ad aprirti e t'invitava ad entrare in uno stanza troppo piena di oggetti e di profumo, facendoti accomodare su un divanetto rosa.
    Lia non c'era.
    Ma c'erano le altre.
    Quelle più belle ed esperte che si offrivano con la grazia dettata dai doveri dell'ospitalità.
    Anna Bellanna, Bella Belinda, Donna Rosa, Lady Jeane, Lisa dagli occhi blu, Picola Katy, Sexy Sadie, Susan dei Marinai.
    C'erano proprio tutte, mancava solo lei, la Signora Lia, la meno bella ma la più seduttiva: quella con lo sguardo affamato dalla noia coniugale.
    L'unica che avresti voluto.

    Bentornato, Antoine
    Un bacio
    Marlene

    RispondiElimina
  10. weeeeeeeeeeee antonio bello ciaooo ma per forza che non lo vendi qurel trilocale chi cavolo vuoi che lo prenda col poster di bsaglioni? ajajajja tutto bene amico mio?

    RispondiElimina
  11. aiuta però..tra tutte io scelgo la casa di tenerife, nonostante la lontananza dal mare e la vicinanza al teide, apprezzo il video promo dell'ikea, consiglierei alla violinista di informarsi sulle scelte dei colori da esibire nei teatri e mi complimenterei per la scrittura di questo pezzo, alquanto insolito come trama.

    L.dew

    RispondiElimina
  12. lo compro io il trilocale ... ma solo se mi lasciate dentro le "spremi ketchup" del conte dracula!!

    RispondiElimina
  13. anto', ma sei tu quello in copertina? lì per lì me pareva Baglioni prima della chirurgia estetica (senza offesa)(per te)(non per Baglioni)

    RispondiElimina
  14. povere vampirette, perché le hai abbandonate? infondo volevano solo insegnarti qualcosa attraverso poster e tranci di Baglioni, hai imparato a discendere le scale a rotoloni...
    deliziosa

    RispondiElimina
  15. quello in copertina è proprio Claudio Baglioni ! La foto è stata ritoccata con un pesante sfondo rosso sangue ...

    Mi chiedo se è più giusto far scappare le vampire con la musica classica o piuttosto qualcosa di heavy metal o punk ...

    certo che invito sulfureo quello della canzone richiamata dal titolo

    "tu che sei stata e sarai tra le persone più mie
    tu che mi stai nei quattro angoli del cuore
    ridammi in queste mani senza amore
    l'amore delle mani tue"
    Notti - C.Baglioni

    RispondiElimina
  16. Baglioni, volevo dire bagliori di creatività!!!

    mirco

    RispondiElimina
  17. Bello, voglio andarci anch'io, in Tunisia.

    RispondiElimina
  18. ciao zenzero..felice 2011!!!
    l'hai scampata bella eh, però potevi almeno vendere il trilocale...io lo avrei preso solo per il poster!
    ^_^
    i numeri me li da ogni anno nuovo un mio amico lottologo però non mi spiega come vanno giocati,dei miei amici anche l'hanno scorso hanno vinto varie volte, tu prova ma se non escono " ambasciator non porta pena"
    un salutissimo e buona settimana antonio

    RispondiElimina
  19. a me invece baglioni piace tanto... mi piacciono i testi delle sue canzoni e spesso anche la musica. bella trovata quella di imbastire una storia con frasi di queste canzoni.

    RispondiElimina
  20. Bentornato Giardi mancavano i tuoi exploi strepitosi miaaaaaaaoooooooo ffffffffrr

    RispondiElimina
  21. Sfiorato anche tu da una sindrome simil vampiresca? :-)

    Cmq oggi a casa dei miei ho visto sul canale REAL LIFE la trasmissione "Vendesi Casa Disperatamente". E la situazione era analoga alla tua: un trilocale fatiscente usato solo x affitti che veniva però "rinfrescato" in una settimana e poi venduto! :-)

    Cmq sei tremendo, per il lato di interpretazione personale che lasciano i tuoi racconti.

    Buon Anno! ^_^

    RispondiElimina
  22. In questo secolo di noia, nel buio pesto del mio giardino la mia sigaretta brilla rossa.
    Chissa' se anche io sono piu' sincera quando dico una bugia. Di certo ho una grande simpatia per le streghe.
    Bel post di inizio anno. Perche' proprio Baglioni?

    RispondiElimina
  23. Baglioni è stato la colonna sonora dei miei primi amori adolescenziali. Gran bei ricordi...
    Sono attratta dalla casa sulla scogliera del primo video: andar lontano fino a lì credo mi basterebbe

    RispondiElimina
  24. Da brava bimba distratta non avevo notato l'immagine, sicchè ho sorriso di sorpresa alla prima citazione. Ebbene sì. Il Claudio (ma anche il Gianni) sempiterni miti della mia infanzia! :)

    RispondiElimina
  25. andare via non basterà ma si seguirà la striscia bianca della mezzeria, no?
    buon anno!

    RispondiElimina
  26. Andare lontano non basta. E poi la Tunisia di questi tempi...

    RispondiElimina
  27. weeeeeeeeeeeee antonio ma do un po te sei pensionato? il tuo cane è viola? mangi il profitterol al gongorzola? di piace il gelato al prosciutto cotto? dai il caffè aio pesc irossi?

    RispondiElimina
  28. Parteciperei volentieri alla caccia al tesoro ma non conosco Baglioni.
    Ora che ci penso non conosco nemmeno un vampiro.
    Conosco un agente immobiliare, il quale forse ha qualcosa in comune con entrambi i soggetti di cui sopra.
    gira che ti rigira..

    RispondiElimina
  29. il mio tema d'esame in terza media fu un omaggio a Baglioni e il mio prof di Italiano disse che era il miglior tema degli esami

    le vampire e baglioni, un'accoppiata che solo tu potevi fare così bene
    :-)mandi

    RispondiElimina
  30. ben-riletto Zenzero, era ora...
    secondo me nè la musica classica nè il punk(anzi quest'ultimo li mette in umore orgasmico ai vampiri) è la musak che li fa scappare come indemoniati! La musica da ascensori e garage sotterranei, quella senza spigoli o carattere, la musica amoeba!

    RispondiElimina
  31. Ecco, a Baglioni come ispiratore di rituali stregoneschi e di vampirici appetiti non avevo mai pensato. Bella idea!

    RispondiElimina
  32. Ciao scusa se approfitto dell’area commenti ma ti volevo comunicare che ti ho premiato con il Sunshine Award. Un abbraccio

    RispondiElimina
  33. Che potenza gli sguardi: catturano anche solo ad immaginarli... In questo post "mi ha guardato forte" e "mi guardano con occhi che tirano sassi" sono stati veramente intensi!

    RispondiElimina