mercoledì 27 ottobre 2010

Ho preso tutto ?


Da quando hanno installato le nuove casse veloci il mio amico A. compra i preservativi al supermercato. Niente corse notturne ai distributori automatici, nessun imbarazzo di fronte alla farmacista. Perché A. è un timido patologico di quelli che pagano per timidezza. Per esempio in farmacia (c'è un uomo?) compra sempre anche una scatola di Zigulì, giusto per mimetizzare.

Con la cassa automatica dell'ipertrofico mercato invece è tuto più facile. Prende il cestino, va al reparto sanitari, adocchia i cerrotti e le fasce elastiche (massaggiandosi il polpaccio per verosimiglianza) e lascia cadere la scatola.

Magari fa un po' di spesa, prendendo qualche articolo per allungare la lista sul display e completare la mimesi del prodotto che lo imbarazza.
Oggi ha preso una retina di scalogni e il giornale.

Arrivato alla cassa fa passare sul lettore la scatolina (per prima) e la fa tuffare dentro la shopper, poi passano gli scalogni che abbracciano il piccolo segreto ed infine il giornale sigilla tutto.
In coda scorge due facce note, due conoscenti che lo salutano a distanza privacy.
E' andata di lusso.

Nell'altra cassa una vecchietta con una confezione gigante di ammorbidente in mano parla al cellulare illustrandone le qualità eccezionali rispetto a quello che compra sempre la nuora.

A. paga e sogna un po' per tenersi in allenamento (in contanti oppure scegliete la forma di pagamento, cattivo, perché non mi baci più che ti scontavo i punti? Carta Socio non passata ) e attraversa il cancellino dell'uscita.
L'allarme suona. A. prova a tornare indietro e passare di nuovo, ma il cicalino conferma.

La ragazza addetta alle automatiche si avvicina alla busta. Controlla i pochi articoli all'interno, poi prende in mano la scatola di profilattici e la solleva sopra la testa. Sopra la testa ! Come fanno nei villaggi dell'Africa profonda quando nasce un bambino (il mio amico A. un po' si commuove).
Al centro della piccola piazza che c'è subito dopo le casse si fa un silenzio come prima delle sentenze in tribunale.

"Vai pure, queste confezioni lo fanno sempre suonare" - dice la ragazza scuotendo la scatola di fronte al cancellino. Suona di nuovo.

La vecchietta consiglia ad A. un'altra marca che, dice con assoluta sicurezza , è più cara ma, secondo le statistiche, più sicura.
I due conoscenti in coda gli chiedono se secondo lui i profilattici ai frutti esotici sanno di Zigulì (ora si spiegano tante cose) .
Un cliente dalla cassa dietro loda il metodo Ogino e racconta le virtù matematiche del ciclo della moglie.
A. si ricorda di non avere preso lo yogurt magro (niente gusto mango però).

La signora con l'ammorbidente gli passa accanto (lo so, di sopra ho scritto due volte vecchietta, ma ci ho ripensato e l'ho fatta rifiorire. Fate finta di nulla).

"Prendi anche una bottiglia di vino bianco !"

12 commenti:

  1. assolutamente miei quelli al gusto paprika! Ho il personale culto del piccante! … croccano anche! evviva! :)

    RispondiElimina
  2. Che raccontino carino! :-D E comunque secondo me i profilattici al gusto di prigles è probabile che li facciano (se non ci sono già)...

    RispondiElimina
  3. Mai fare i conti senza il metal detector...

    RispondiElimina
  4. mi ricordo di aver già letto la prima edizione, ma gli animaletti sono fantastici :D

    RispondiElimina
  5. E' più forte di me odio le casse automatiche... intanto poi devi chiamare l'assistente perchè si bloccano.
    Scena ipotetica.
    "Cosa stava passando?"
    "Ehmm questi..."
    "Quali?"
    "Questi..."
    "Ahhhhhhh... i ritardanti!"
    Ritardo alle casse per ritardanti.
    :)))

    RispondiElimina
  6. ah ecco, mi sembrava la confezione dei Pringles..

    RispondiElimina
  7. ahahah...mi inchino... sei un genio! :-D

    RispondiElimina
  8. Ero ancora commessa, un cliente porge il bigliettino al mio collega con su scritto:
    " Una scatola da 10 di profilattici"
    Il farmacista , figlio di buona donna, dice a lui:
    " Si serva pure là in fondo così potrà scegliere!"
    Il cliente ritorna con una scatola di cerotti.

    Un cliente entra e mi dice, vorrei dei profilattici. Io chiedo se ha delle preferenze:
    " No faccia pure lei" ( Non è una barzelletta):DDDD

    Un ragazzo, sui 17-18 anni, mi prende da parte e mi dice, vorrei dei profilattici.
    Spiego lui come usarli ( non ridete altrimenti vi sbatto al supermercato), le attenzioni, e i vari tipi in commercio.
    Lui, sempre serio mi ringrazia e mi chiede se dopo qualche rapporto con la sua ragazza potrà non usarli più. Mi spiega che pensa di non trovarsi a suo agio. Rispondo a lui di andare dal ginecologo con la sua ragazza.
    Ho ancora tanta speranza nei giovani.

    Doriana

    RispondiElimina
  9. rubarle no? corri lo stesso rischio ma il patema d'animo dura giusto il tempo della fuga...istigare un reato è reato, o sapevi?

    RispondiElimina
  10. Questa mi ricorda la storia di un mio amico che andò comprare un porno. Lo prese con discrezione, mettendolo sul banco davanti al commesso, approfittando di un momento in cui non c'era nessuno alla cassa.
    E il commesso rivolto al collega e gridando a gran voce: "Quanto viene [TITOLO]?"

    RispondiElimina
  11. Mi fai venire in mente quei travestimenti di alcuni quando compravano le riviste porno dai giornalai, prima dell'avvento di internet.
    Atmosfera halloweeana, visto che i tempi permettono.

    RispondiElimina