lunedì 17 maggio 2010

Posti



Se mi chiedono dove ci siamo incontrati la prima volta posso sempre tentare qualcosa di poetico rispondendo : su un fiore alto di magnolia.
Ma preferisco sentirti raccontare di quando hai incrociato la mia mano sullo scaffale più basso del supermercato. Ero in offerta.
Se ci chiedono dove continuiamo a trovarci dico che abbiamo appuntamento nel solito posto, dove c’è quella nuvola a forma di cammello, con una gobba sola.

40 commenti:

  1. Ommamma e di chi si è innamorata? Di un tonno in scatola con la scoliosi?
    Giardi,I Love You Madly ..sappilo, qualsiasi sia il numero delle tue gobbe.
    :-)

    RispondiElimina
  2. La mano brucia ancora adesso quando sfioro la sua...adoro quando scrivi così!
    P.S. sbaglio o manca qualcosa?

    RispondiElimina
  3. Sei dolcissimo...
    SMACK!!!
    Ecco il mio commento!

    RispondiElimina
  4. come dice il poeta Guy Moffette

    Manca sempre una sedia alla felicità
    e la camera è troppo grande (oppure è la mano
    improvvisamente avida a brancolare nella luce)
    e non cambiano niente i nostri sotterfugi,
    è come aggiungere una pianta nell’angolo morto,
    un tovagliolo sotto il vaso – i fiori freschi
    hanno tra le pieghe qualcosa di troppo vivo:
    un’aria di rimprovero, di dolorosa sfida
    a rendere finti i nostri minimi sforzi.
    Anche fuori dobbiamo trottare più a lungo
    l’uno all’altro saldati, perché s’attenui,
    con le nostre ombre sull’asfalto,
    il rumore dei pezzi persi per sempre.

    RispondiElimina
  5. L'amore è sempre là dove meno te lo aspetti! Io l'ho incontrato in mezzo alla strada... non avevo l'accendino.

    RispondiElimina
  6. Conosco un ragazzo che scalò un albero di magnolia per cogliere un fiore da donare ad una donna.

    RispondiElimina
  7. Ma il Tuo è un romanzo o una raccolta di poesie? Forse si tratta di poesia romanzata o di romanzo poetico...

    RispondiElimina
  8. ........ mmmmmmmmmmmmmmmmm

    ciao ne!!!!

    RispondiElimina
  9. praticamente non ti conosco
    però mi piaci
    :-)

    lo stile dico
    si sa mai
    meglio dettagliare a volte

    gli AC/DC suonano ancora per certo, ieri sera erano a Udine e so che sono tornati alla ribalta per la colonna sonora di un film ma non so quale, io sono una proprio poco informata :-(

    :)mandi

    RispondiElimina
  10. Si, anche l'ultimo castello di sabbia... meno male che, almeno, inerivano alla sola sfera lavorativa!

    Grazie del passaggio e...
    ...
    bel post!

    RispondiElimina
  11. che carino che sei... e anche molto simpatico! Complimenti!

    RispondiElimina
  12. Il mio cinismo per un attimo ha vacillato sotto tanta dolcezza
    ....
    ma mi sono subito ripreso..

    buon tutto mirco

    RispondiElimina
  13. Ogni nuvola ha il suo nome...


    non riesco, dato il mio impedimento tecnologico ad aggiungerti, però ti leggo sempre comunque...

    RispondiElimina
  14. weeeeeeeee antonio pissi pissi bao la fai un po di pubblicita al repartoneuro?

    RispondiElimina
  15. Cupido è sempre all'opera, anche nei posti più impensati.. :)

    RispondiElimina
  16. Come rendere interessante un supermercato ..... merce rara ...... miaoooo
    quelle nello scaffale erano mica scatolette golose per gatti ?

    RispondiElimina
  17. Pensa che a Milano c'è l'Esselunga di Viale Papiniano che almeno fino poco tempo fa era famosa per essere soprattutto un luogo di caccia. No per dire che poi il supermercato non mi sembra un posto così inusuale per innamorarsi.
    Cioè anche io avessi trovato un uomo capace di fare la spesa me ne sarei innamorata. Dico prima di fidanzarmi. Vuoi mettere? Vai propri sul sicuro.
    Eppoi per me fare la spesa insieme è una cosa che proprio mi fa stare bene.
    Lì tra gli scaffali, con una lista unica.
    Temo di avere un po’ abbassato il sottofondo romantico del tuo post e dei commenti a seguire. E’ sempre bello leggere dell’amore in modo così delicato.

    RispondiElimina
  18. ...pura bellezza, stupore e meraviglia, dentro tutte le tue parole. uhhh si:-)
    Che bello venire qui e poterne seguire i movimenti fantasiosi, seguendo questa scia poetica, che mi auguro, indipendentemente da tutto, che sia un vero e proprio tuffo...nella vera e propria editoria:-))) O hai gia' pubblicato uno o piu' libri ed io non ne so nulla. Ti pregherei, gentilmente, di tenermi informata, non voglio mancare al prossimo ...romantico appuntamento:-)))
    Un abbraccio, Maestro e bacino^_^

    RispondiElimina
  19. Ho incontrato il mio lui all'interno di una virgola.
    Se ne stava compresso come in un baccello, o in un utero, dimenandosi per poterne fuoriuscire.
    All'interno di quella virgola, stramba e semovente, dava spallate a destra e a sinistra per creare uno spazio opportuno alla sua espulsione.
    Un temperamento ribelle che rifiutava le divisioni e così le sue spallate avevano ridotto la frase a sinistra in un blocco unico, ed illegibile, di vocali e di consonanti anarchicamente coniugate, mentre quella a destra era ignominosamente precipitata in un a capo imprevisto.
    All'interno di quella virgola, uno spirito guerriero, stava conducendo in solitudine la sua battaglia per una donna e per la sua libertà di espressione.
    Quella virgola che riluceva ora solitaria e vittoriosa sul rigo semivuoto, nel suo eroico splendore di Durlindana.

    Le strade del'amore, Antonio, sono sempre casuali ed a volte davvero imprevedibili.
    Un bacio
    Marilena
    P.S. - Manca sempre una sedia alla felicità......

    RispondiElimina
  20. il primo incontro con l'Amore è x me un ricordo doloroso e dolcissimo assieme.

    Ma "ero in offerta" è imbattibile!!! XD

    RispondiElimina
  21. weeeeeeeeeeeeeee ciao zen zerooooo tutto bene?

    RispondiElimina
  22. Altezza Consumo Morbidezza Scomodità … quattro concetti per parlare di amore e tanto tanto altro!

    RispondiElimina
  23. l'amore...è solo un sogno di tubo ben riempito.



    volovivace

    RispondiElimina
  24. Bello questo romanticismo tutto sgangherato......mi piaci!Syl

    RispondiElimina
  25. Beh, se c' era una magnolia di mezzo, allora non ero io. I fiori delle magnolie non mi convincono mai del tutto.
    Che bello però incontrarsi...

    RispondiElimina
  26. sfiorarsi,emozionarsi,vivere!

    RispondiElimina
  27. Due cuori e una gobba: cosa c'è di più romantico?

    RispondiElimina
  28. Giardi, non è molto edificante ricordare che eri in offerta... Vien da pensare che eri quasi scaduto,no?

    RispondiElimina
  29. mamma mia giardigno hai fatto incetta di cuori 'sto giro...

    RispondiElimina
  30. Io me la sono persa e cerco sempre in mezzo al profumo dei gelsomini in fiore, d'altronde succede soltanto una volta all'anno, nel mese di maggio.

    RispondiElimina
  31. un fiore alto di magnolia, dopo aver scalato montagne di foglie lisce, carnose, lucide, inebriati di profumo.
    Si spera sempre di essere in offerta per l'amore
    :-)

    RispondiElimina
  32. E' risaputo che per agganciare il luogo migliore è il supermercato ( letto su Novella 2000)
    Ciaoooo.

    RispondiElimina
  33. e la nuova confezione delle nuvole??
    altro che tetra pak... :)

    RispondiElimina
  34. Carinissimo... la nuvola a forma di cammello è meravigliosa :)

    RispondiElimina