mercoledì 19 maggio 2010

Ho baciato Yasmin Le Bon

Burning the ground I break from the crowd

I'm on the hunt I'm after you

I smell like I sound. I'm lost and I'm found

And I'm hungry like the wolf
DURAN DURAN

A 13 anni ha scalato l'Everest. Una ragazza di 16 invece ha appena terminato il giro del mondo in barca a vela, in solitario. Un ragazzino ha attraversato a piedi il deserto del Gobi con un cane.

Un altro ha nuotato per ore nello stretto della Manica per battere un record.

Intorno a quell'età l’unico equatore che mi piaceva era quel segnetto leggero che lasciava l’elastico delle mutande nel centro impreciso del corpo di una ragazza .

L’avrei circumnavigato con le labbra anche diecimila volte…

Certo non era omologabile.

39 commenti:

  1. E' tutto vero!
    Quali sono i veri "wild boys"?

    "Wild boys never close your eyes"
    "Wild boys always shine"

    "Fu vera Gloria? Ai posteri l'ardua sentenza"

    RispondiElimina
  2. Una produzione editoriale straordinaria la tua!

    RispondiElimina
  3. lo vedi? il ragazzo del primo video lo segue il suo ritmo cosmico, un po' orseggiante ma lo segue e via tutti dietro a lui :-)

    ... mai omologarsi, uomo

    RispondiElimina
  4. che bel post!!!
    i tuoi ricordi adolescenziali sono davvero tenerissimi!!!

    buon inizio settimana ^__________^

    RispondiElimina
  5. E io che pensavo di essere l'unico ad apprezzare i duran duran per i testi e non per il maquillage dei taylor-le bon & C.

    Certi peripli, tuttavia, sono sempre un'avventura... certo, senza quel fascino ignoto di certe frontiere femminili alla hic sunt leones che si avvertiva da fanciulli.

    RispondiElimina
  6. scusate ho aggiunto il post it solo dopo, ma era indispensabile ...


    Poco dopo si è qui come sai bene
    file d’anime lungo la cornice
    chi pronto al balzo, chi quasi in catene.

    Qualcuno sulla pagina del mare
    traccia un segno di vita, figge un punto
    Raramente qualche gabbiano appare

    M.Luzi

    RispondiElimina
  7. La capacità di questi tagazzini mi spienge a riflettere sul vero potenziale umano e su cosa ognuno di noi potrebbe raggiungere se facesse quanto possibile per potenziarlo. Certe esperienze segnano per sempre ed espandolo la propria mente e il proprio credere a dei livelli prima impensati, senza la capacità di tornare alle limitazioni precedenti.
    Ovviamente però ci vuole anche il giusto equilibrio per saper vivere e gustare la vita..

    RispondiElimina
  8. questa poi ti sento intercettato? no più esatto è interbloggato ajahahjaja weeeeee ciao antonio passato ene week?

    RispondiElimina
  9. quanto è bella giovinezza che si fugge tuttavia...i ricordi non fuggono mai però...

    baci.

    RispondiElimina
  10. Ciao Antonio,
    buona :-) giornata...
    Grazie della visita.

    RispondiElimina
  11. ^_^ simpatico...

    Anche a me piacevano...più degli spandau...

    Buona nuova settimana!

    RispondiElimina
  12. ....è curioso!
    Questo post ha forti attinenze con mie esperienze...
    Mi imbarazza un po' dirlo ma spesso mi hanno "circumnavigata"... nello stesso tenero modo, col medesimo dolce pretesto!
    La tua descrizione è stata rievocativa, in modo sorprendente!
    Ciao, Ciao!

    RispondiElimina
  13. Durante tutta l'adolescenza sembravo un Trool. La mia più grande soddisfazione estetica è che non avevo brufoli.

    RispondiElimina
  14. io facevo unire in plastici rapporti Barbie e (giacché Big Jim non mi era permesso) una Barbie con capelli corti a cui attribuivo il ruolo maschile! :)

    RispondiElimina
  15. Adoro quell'equatore....
    mirco

    RispondiElimina
  16. eh!!! altri giovani altri pensieri... avevamo
    un saluto

    RispondiElimina
  17. No comment!!!!

    se insisiti ,ma niente liscio !!! :)
    buon lunedi !!
    baci

    RispondiElimina
  18. beh, miei cari e chi potrà mai sapere se oltre quelle mete raggiunte in conyemporanea non ne abbiano altre da circumnavigare? mai porre termini alla provvidenza.
    Per mia opinione del tutto personale, ognuno si è libero di rafe ciò che gli pare, però non mi sembra un modo giusto per vivere al meglio la pubertà, al pari di nquei mini cantanti o mini ballerini che scimmiottano i divi e sembrano insipidi baccalà

    feliz tarde signor che l'intercettano( non ti senti più alto? mah )

    RispondiElimina
  19. Giardy, hai fatto bene ad appendere il post it, perkè loro il segno dell'elastachino delle mutande ce l'hanno sulla fronte. Dubito addirittura ke siano stati giovani perkè oltre al lifting e ai trapianti di denti e capelli si saranno fatti trapiantare anke qualke altra cosa e....questi si ke sono record, non trovi?

    RispondiElimina
  20. ...Che bellezza nelle tue parole, posate sul mio foglio, dentro tutti i miei 'sogni':-)Anche qui si parla di sogni. Oh meraviglia!!! Sei un wild boys allora? ah, questa e' una vera chicca..hihihi:-)))
    Un abbraccio a te, carissimo Maestro. e bacio a Simon.uh uh:-)))

    RispondiElimina
  21. anche sul tema erotico..."chapeau!"

    RispondiElimina
  22. Bellissimo post...le parole sopratutto.Dolce notte.

    RispondiElimina
  23. Certo che questi nuovi ragazzini e ragazzine fanno spavento....meglio farci una risata.
    Ciao.

    RispondiElimina
  24. E' la proma volta che vengo. Complimenti :) Un sorriso, Perla

    RispondiElimina
  25. mmmmmmmmmmmm.... ricordi affiorano leggendo il tuo post.

    RispondiElimina
  26. Ne ho beccati tre a scribacchiare un monumento, due ragazze e un maschietto: "ma come! e fate pure il liceo classico?!". Ma come ci si può divertire così? Ai miei tempi, alla loro età, si teneva compilato il catalogo condiviso dei bonazzi di almeno due province. Con tanto di indirizzo, luoghi di possibile incontro/apparizione, etc.

    RispondiElimina
  27. Intrigante caro Giardigno....se proprio dovessi scegliere....beh....mica male essere circumnavigata, ma con in sottofondo gli Spandau!!!Kisses!Syl

    RispondiElimina
  28. ..con i tempi che si rincorrono:-)) avrei paura anche di scrivere una ricetta:-)))
    Post bello, ma che te lo dico a fare? Ormai lo sai, Giardi:-))sei bravo.

    RispondiElimina
  29. antonio amico mio allora hanno scoperto intrecettando il tuo blog il tuo traffico di francobolli falsi vero? ops un saluto amico mio

    RispondiElimina
  30. URCA ! Mica dovrò leccarli tutti ?

    RispondiElimina
  31. Circumnavigando il tropico del cancro in direzione del tropico del capricorno.

    Un navigare lento nelle meraviglie del tuo corpo ancora intatto
    di ragazzo.
    Solleticando la tua pelle
    lascio, evidente sul collo,
    il livido blu del mio bacio esperto
    Domani gli amici t'invidieranno
    e tu potrai raccontare com'erano belle le mie mani e caldo il mio respiro
    E le mie confessioni, di donna vissuta,
    sussurrate nel cavo del tuo orecchio
    di quelle no, non parlerai
    le terrai solo per te
    quando avrai bisogno di qualcosa di vivo
    per i tuoi momenti solitari.

    Queste circumnavigazioni, Antonio, sono convinta che appartengano ai ragazzi di ogni generazione :)
    Come sempre il tuo post è davvero originale ed induce a molti punti di lettura.
    Ci sarebbe tantissimo da scrivere sugli argomenti che tu susggerisci con intelligenza ed originalità.
    Un bacio
    A presto
    Marilena

    RispondiElimina
  32. Genial como escribis seguí tu camino ya ves te encontré en el mio

    RispondiElimina
  33. per questo non esistono più gli uomini di una volta!!!
    1 bacio

    RispondiElimina
  34. io la considero una gioventù bruciata! Bruciata dalle tappe forzate e da quelle saltate della loro età. Ma vuoi mettere il nostro tempo delle mele???

    RispondiElimina
  35. i Duran Duran!
    perfetto.

    come equatore non è niente male comunque.
    forse l'importante è raggiungere lo scopo.. a prescindere da quale sia!

    RispondiElimina
  36. quella è un'età magica e terribile... così fragile, che può rompersi per sempre...

    RispondiElimina
  37. Non e' un pensiero piacevole la mia adolescenza, ma trovo come sempre i tuoi scritti, delicatissimi!

    RispondiElimina
  38. ..i duran duran...adolescenza appena finita e con un bambino appena nato..Mi ricordo che mio figlio mangiava le pappe al ritmo di "wild boys"solo così apriva la bocca...:-))

    RispondiElimina