lunedì 26 aprile 2010

Respirano tutte


"E' tornato lo spogliarellista con l'areosol!"
Le Magazine Litteraire

"E’ come se Liala scopasse con Micheal Crichton!!"
dal supplemento del NYT


"Carolina Invernizio si è fatta Dan Brown !!!"
Panorama

Sett è coinvolto nell’oscuro omicidio di Kara avvenuto durante l’inaugurazione del vivaio di piante grasse che gestiva con lei . Cosa c'entra la multinazionale Bonsanto con il piccolo vivaio ?

Cosa si estrae dalla Weingarthia che rende le persone docili e remissive ? Il segreto è nascosto in un affannoso respiro ...

Del caso si occupa Gina un ispettore inflessibile che cerca di smontare il suo alibi :


"Cosa sa di queste piante?”
“Si figuri !, Pensavo che aloe fosse il plurale di aloha “
“Aveva una relazione con la defunta?”
“Non potevo, era una vecchia amica, eppoi non posso entrare nei vivai”
“Perché ? Aveva paura di bucarsi?”
“Il polline della Weingarthia “
“Lo sa che nella Weingarthia gli stigmi giungono a maturazione prima del polline ?”
“Allora sono tra i sospettati ? Avrò bisogno di un avvocato ?”
“Non mi lasci sola… No, volevo dire, non lasci la città !”
“Fosse per me non lascerei nemmeno quest’ufficio...”
“Farebbe un spettacolo per me ?”
“Non lo sto già
facendo?”
“Intendo in privato”
“Ho solo bisogno di due luci “
disse Seven indicandole lo
sguardo
“Quanto mi verrebbe a costare ?”
“La prima dose è
gratis
“La Weingarthia è originaria della Colombia ?”
“Della Bolivia rinvaso biennale”

"Sono due anni che non lo faccio..."
"E' ora di abbassare le spine"

21 commenti:

  1. Persino il grande Dostoevskij era costretto a scrivere i suoi romanzi di fretta e non era esente da certe incongruenze ...
    ...meno male che non ho debiti di gioco
    Come dice Giovanni il più piccolo dei Varano : sta roba ci ha un suo pubblico

    RispondiElimina
  2. ièèèèè! che bella storia!

    RispondiElimina
  3. due romanzi in un giorno wow sai saziare anche i fan più esigenti! Se poi uno è di Sett Seven è il massimo

    RispondiElimina
  4. ah le recensioni sono straordinarie

    RispondiElimina
  5. Pensavo che aloe fosse il plurale di aloha “ ha ha ha

    RispondiElimina
  6. Ci piace Mr. Seven con l'aerosol...ahahaha!

    RispondiElimina
  7. Sii, Seven ha un suo pubblico, nulla da dire!
    Boia che casino che rieci a fare!!!!!!!!!!!!!!Syl

    RispondiElimina
  8. inside:--) l'ultimo video è bello ma come fai?

    RispondiElimina
  9. eppoi amanda si può raccontare di avere letto due libri in un giorno solo !

    RispondiElimina
  10. mi domando, ma esistono persone che vivono, parlano e pensano in un modo così?
    Sarebbe meravigliossissimissimo incontrarne una!?!?!
    Poi non so se gle darei una padellata in testa, ma questo potrebbe esser un altro racconto!

    RispondiElimina
  11. Sempre suggestivo e originale, ma mi è tornata l'asma. :)

    RispondiElimina
  12. Aspetta, aspetta... forse li ho capiti, aspetta è...
    Aspetta ancora... Si ci sono quasi...
    Sei troppo avanti...

    RispondiElimina
  13. @Giardi: figurati se mi perdo la possibilità di dire in giro che ho letto in un giorno due romanzi della varano editore

    RispondiElimina
  14. E' ORA DI ABBASSARE LE SPINE
    Gina, con una manata liberò da tutte le scartoffie la sua scrivania, poi gli puntò contro la potente lampada degli interrogatori e, indicandogli il tavolo sgombro, ordinò -sali!-
    Sett non amava prendere ordini dalle donne anche se, per lavoro, era costretto a farlo.
    Ma in quel caso lì pagavano.
    L'ispettrice di polizia, a quanto pareva, voleva avere lo spettacolo gratis.
    Era quel tipo di donna che a Sett non garbava
    Scommetto che sotto le gonne porta i gambaletti, perchè li trova più pratici. Le donne gambaletto sono le peggiori.
    Questo era ciò che Sett pensava, ma il distintivo lo portava lei, quindi decise che era meglio ubbidire.
    Prima saliva su quel tavolo, prima se la sarebbe sbrigata.
    -Spogliati!- Ordinò ancora lei mentre si accendeva un cigarillo, predisponendosi più comodamente sulla poltrona.
    -Ho bisogno di musica, così non riesce- replicò, improvvisamente timido, Sett.
    Sentì il clic di un telecomando e la voce lamentosa di Luiselle, sulle note di "Andiamo a mietere il grano", si diffuse nell'ufficio.
    -Contento? Ora puoi cominciare- intimò lei, puntandogli contro il cigarillo e provocando in Sett un ansimo respiratorio da Pronto Soccorso.
    -Non eccitarti senza di me, baby- lo redarguì Gina con un sorriso a 64 denti, divincolandosi tutta, nel moto ondulatorio e in quello sussultorio.
    Sett si ritrovò nudo a mimare una lape dance strofinandosi contro il freddo stelo di un'anonima lampada a piantana, mentre le mani avide di Gina si allungavano verso di lui.
    L'ultima coa che vide, prima di perdere i sensi, fu la bocca "Saratoga silicone siggillante" dell'ispettrice che premeva sulla sua, asfissiandolo con l'odore acre del cigarillo e provocandogli un nuovo e più convulso ansimo respiratorio mentre l'eco spezzata della voce di lei si perdeva in una lontanza remota -Non......senza......baby-

    Boh, magari le cose non sono andate proprio così, ma non si trova più una copia di questo tuo libro manco a pagarla oro, allora o riscrivi a puntate tutta la storia, qui nel tuo blog, oppure accetti le libere interpretazioni.
    Storia avvincente, Antonio, un "Basic Istint" a ruoli invertiti.
    Alla prox
    Marilena

    RispondiElimina
  15. quando mi chiederenno la sceneggiatura per la versione cinematografica ti chiamo marilena !!!

    RispondiElimina
  16. mi piace da morire la copertina....:-))
    anche il resto....

    RispondiElimina
  17. Buon fine settimana :-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Le recensioni e la copertina mi hanno convinta, lo leggo! Hahaha, troppo intrigante questo romanzo! Ora dovrò tornare indietro a leggere gli altri di Sett Seven!

    RispondiElimina
  19. ma quella in fondo a destra respira? ;)

    RispondiElimina
  20. come un mantice !

    Sett Seven

    RispondiElimina