venerdì 30 agosto 2013

Istruzioni striminzite per la vecchiaia



Sono cresciuto senza nonni, però sono nato già con l'aria un po' da vecchio, qualcosa sapevo già. Difatti mio padre quando notava un atteggiamento, una mia posa particolare, uno sguardo che riconosceva, mi diceva: sembri tuo nonno. Ora che guardo le mie ultime foto al computer, girandole e rigirandole in senso orario (così il tempo passa ancora più veloce) non mi sembra vero: sembro mio padre. Coi capelli radi, la barba declinata di bianco, oggi che potrei rivendicare una mia originale vecchiezza: sembro mio padre. Ma ci sono cose anche cose mie, che non voglio trasmettere a nessuno.
 
Quando faccio rotolare le "o", appena mi escono dalla gola, come si fa coi pneumatici buttandoli giù dalla collina, le mie "o" hanno cominciato a perdere l'accento. Mi hai spiegato che non è detta che siano pezzi di futuro che se ne vanno, ma per me è difficile.
Quando ti cerco, rintraccio la tua voce guardando per terra, la seguo meglio delle tue impronte.
 
Non prendo più le emozioni, non come prima, è come col tiro al piattello; prima c'erano giorni che facevo 118 su 120, mai un punteggio pieno certo, ma non volevo. Ieri ho fatto 62 su 120, oggi ne ho colpite 48 su 120. A volte le lascio passare, nemmeno ci provo, le guardo e basta.
Tuo nonno non ci pensava a queste cose, tuo padre non l'avrebbe permesso di certo.
 
Quando cadono le emozioni non è per gravità, non esiste per loro l'attrazione terrestre, non seguono leggi universali. Sono tue, seguono il tuo universo. E' il cielo che non le prende, è il cielo che non ti vuole.
 
 
 
 
 
 
 

16 commenti:

  1. Sai giardy ...... quando incontro qualcuno che non vedo da "tante emozioni" e mi dice che son sempre la stessa ...... mi chiedo se allora ..... non sia stata sempre "vecchia"!!!!!!!!
    Ma,insomma ....... ancora non sono vecchia, ma ...... tante emozioni fa ...... sicuramente ero più giovane ....... e allora ....... uffa ...... non voglio rubare gli accenti! Nooooo ...... seguire il proprio universo non ha alcuna controindicazione!
    Lo farò!
    ho già iniziato a rotolare ...... speriamo che non ci siano troppo spine o sassi sulla mia discesa ((((((((
    Arrivederci a valle

    RispondiElimina
  2. il cielo è sbarazzino, i meteorologi li frega sempre.
    oggi piovono emozioni, domani diamanti, poi chillosà!
    mi raccomando portate gli occhiali da sole e gli ombrelli, le forti emozioni fanno sempre piangere un pò.
    e poi io mi sento ancora giovane ;)

    RispondiElimina
  3. è perchè non cercate l'immortalità....

    RispondiElimina
  4. Emozionante! Il cielo non le prende ma qualcuno sì... :-)

    RispondiElimina
  5. Puntala l'emozione—che magari smarrita, che d'un'altro
    Non importa
    S'affeziona, l'emozione non colta

    RispondiElimina
  6. C'è l'estate e poi viene l'autunno.

    RispondiElimina
  7. perchè fare senza vivi più intensamente quelle che ancora acchiappi.
    anch'io rintraccio meglio la voce di un'impronta

    RispondiElimina
  8. Senza sorprendersi ad emozionarsi la vita scolora, non credo sia solo età, ma il momento dell'io, vedo ogni giorno trentenni spenti e ottantenni pronti a meravigliarsi ancora. A volte basta un gesto, un sorriso per cambiare ogni prospettiva. Un bacio con fusa e miagolii

    RispondiElimina
  9. Ciao Zen...non ti preoccupare, c'è gente che non nasce solo già vecchia ma direttamente morta. ;-)

    RispondiElimina
  10. Magari qualcuno afferra tutte le emozioni dei dintorni ma la lascia anche andare in fretta. Meglio allora buttarsi solo in alcune ma di quelle godere ogni sfumatura.

    RispondiElimina
  11. Sarebbe emozionante riuscire a capire come riuscire a seguire questo blog da wordpress. Ma forse blogspot non mi vuole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. VERO, blogspot l'è una bestiaccia !!!

      Elimina
  12. Sono tre giorni che lo rileggo questo post.
    E ogni volta mi stimola pensieri diversi.
    Oggi mi viene da dire che non si può stare sempre con la tensione del tiro al piattello, che ci sono momenti in cui è bello solo osservare.
    Anche le emozioni che passano, sentendosi un tutt'uno con lo sfondo.

    ciao giardy!

    RispondiElimina