lunedì 3 giugno 2013

Bacio man contro Sadsad IV



 
Stanotte ho sognato di salvare il mondo, quando l'ultima ambulanza ha chiuso le porte accompagnando il penultimo sopravvissuto all'ospedale, l'ho salutata con un bacio. Non sia mai che venga meno alla mia missione. A quel punto sono rimasto da solo con l'ultimo sopravvissuto, ero io. Mi chiedo perché proteggo questo pianeta, questa gente che vuol clonare il mammuth, questa gente che fa arricchire solo i mediocri, che parla di futuro come si parla di centesimi. Perché non clonano, Gandhi o la Montalcini, quello che ha scoperto il vaccino contro la polio, qualche bimba africana morta di aids ? Chissa come reagirebbe Gahdhi a trovarsi un mammuth in giardino.

A volte sono quasi d'accordo col mio irriducibile nemico Sadsad IV, volevo scrivere acerrimo, ma Sad  IV non ha niente di acerrimo. Non ha la forza esplosiva, né un arto mutante, non è uno scienziato (è diplomato al conservatorio, studiava l'oboe), non possiede un'auto superaccessoriata né la patente B, non è immortale, non ha un nascondiglio segreto né un'identità misteriosa. In verità nella mia carriera da supereroe posso confermarvi di aver sconfitto solo due Sadsad, evidentemente ce n'è un altro in giro che non ce l'ha con me. Quest'anno per sconfiggermi Sadsad IV ha cancellato la Primavera, ha fatto piovere ininterrottamente per settimane, ha forzato l'abbassamento delle temperature. Ci aveva già provato negli anni scorsi, quest'anno gli è riuscito.

Il tiglio di fronte casa è cresciuto talmente che sembra un dito in culo al cielo, dal filare di noci poco più in là cadono frutti che liberano gnomi guerrieri, il ginko ha foglie così larghe che potranno atterrarci angeli corazzati. La chioma del cipresso è così gonfia perché nasconde ninjazombie addestrati ad uccidere senza far rumore. Non sono neanche bruttissimi.
Però in Lapponia fanno il bagno nel lago dove qualche settimana prima ci pattinavano, in Canada si abbronzano come mariachi, in Russia crescono alberi di ciliegie al posto della tundra. Sadsad IV non ce la fai a toglierci tutto, ora c'è perfino qualcuno che prega per te.

La giornalista mi chiede come farò stavolta a vincere, le bacio un punto del corpo appena fuori la pelle, in un posto che la fa piangere, non troppo forte, ha appena il tempo di liberarsi di me, di dimenticare, mi dimentica così forte da buttarmi in terra.


 
 
 


4 commenti:

  1. bacioman può farcela anche questa volta... almeno spero

    RispondiElimina
  2. RITRATTO DI UN SUPER EROE
    L'allarme è scattato, a mezzanotte e tre, mi sono girata dalla sua parte e lui era già andato.
    Andato dove?
    Stavolta a salvare chi?
    Sul suo cuscino, la sua mascherina per gli occhi, quella per dormire, di pelouche azzurro e personalizzata col suo nome, è rimasta a fissarmi con le orbite vuote.
    Per essere un super eroe ha dei gusti davvero orrendi.
    Eppoi russa.
    Un russo profondo ed insondabile: il big ben sottovuoto e a rischio d'esplosione.
    Così non lo invito neppure a girarsi sull'altro lato, non voglio svegliarlo nè, tanto meno, farlo esplodere.
    Maneggiare con cautela, è la scritta sul davanti dei sui boxer.
    Ha ragione. In quella zona lì c'è posizionato il centro del vulcano, sensibilissimo al minimo contatto. Tant'è che nelle serate di emicrania mi ritrovo a dormire sul bordo estremo del letto, per evitare inneschi e conseguenti esplosioni.
    Questa particolare sensibilità allo sfioramento ha il nome scientifico di knismesi, un leggero solletico che attiva le zone sesibili della libido.
    Quando sono in vena, per attivare il vulcano, lo stuzzico con una piuma, sotto le ascelle, sul ventre o sotto la pianta dei piedi.
    Quella piuma decreta l'incendio.
    Fa l'amore da Dio, garantito.
    Lo amo, perchè sa come farmi ridere
    Lo amo, perchè sa come farmi piangere......quando strategicamente mi bacia "in quel punto appena fuori la pelle", ricordo perchè non posso fare a meno di lui.
    E capisco anche perchè neppure il mondo possa farne a meno.

    Magari, Antoine, se avessi potuto elaborare con più tempo questo ritratto sarebbe venuto meglio......diciamo che è solo un abbozzo.

    E gli eroi imperfetti sono i più simpatici, quelli dai quali ci si fa salvare più volentieri, perchè non se la tirano :)))))))

    Récit persuasif, Antoine, d'écrivain super
    à bientôt
    Marlene









    RispondiElimina
  3. bacioman, per sconfiggere sadsad IV ti dovresti alleare con happyhappy VI, lui si che lo può neutralizzare.

    RispondiElimina