lunedì 25 marzo 2013

Cercami



ma certo che ti posso dare qualche indicazione...
 
Una volta ho avuto il singhiozzo per tre giorni di fila; mi ci sono voluti 28 anni per scoprire pere e cioccolato; durante la mia peggiore stagione sono riuscito a non segnare un canestro per venticinque partite consecutive; qualche anno fa ho indossato le stesse mutande per una settimana; nel 1987 sono stato due giorni senza fare pipì; da qualche mese faccio la doccia con in testa la stessa canzone e l'acqua diventa freddda al quinto lovin'you; sono stato biondo di capelli per 35 minuti (per quelli del pube solo sette); vivo lunghi periodi di tristezza (alcuni si chiudono con due baci sulle guance) e come tutti penso di contabilizzarli subito; un'estate ho percorso una strada senza ponti né curve a gomito, ho dovuto immaginare tutto; ho baciato un uomo tre volte ma non c'è stato verso di far star zitto il gallo; ho preparato due torte per Babbo Natale, ti accorgi che l'ha mangiate perché le briciole diventano subito dure.
 
Dovessi chiedere qualcosa dalla vita vorrei che fosse un bel pezzo musicale, di quelli che rimane in testa prima di accendere la radio e quando lo passano pensi dentro di te : lo sapevo! Non mi serve sia una hit, non voglio che nessuno ci balli sopra, non credo nella reincarnazione non mi serve un'altra vita, mi piacerebbe fossie uno di quelli così belli da giustificare una versione strumentale.

12 commenti:

  1. Ogni tua indicazione mi porta alla mia stessa musica ... un brano dov'io adesso t'ho trovato!
    Grande Giardy

    RispondiElimina
  2. E tu immagina che io faccio passare il singhiozzo. Non sto scherzando, mi ha insegnato come fare un filippino e non ho mai fallito.

    RispondiElimina
  3. Non servono altre vite. È già bella, terribilmente bella questa che viviamo. Anche se non sempre lo sappiamo.
    Bellissimo post come sempre, mago della scrittura!

    RispondiElimina
  4. Avevo proprio bisogno di leggere qualcosa di bello.
    Infatti appena finito mi son detta: lo sapevo!

    RispondiElimina
  5. CERCAMI
    Cercami: così imponeva il bigliettino, recapitatomi insieme allo scontrino del caffè nel bar periferico ancora deserto alle prime luci dell'alba.
    Cercami: ma chi e perchè?
    Così sono riandata indietro nel tempo inventariando tutte le persone e le occasioni perse.
    Un mondo parallelo difficile da ricomporre in questo reale.
    Cercami: ed ecco farsi luce nel buio, due occhi ed una voce, al confine di un giorno che preannuncia un cambiamento anche se io ancora non sapevo che, da quel momento in poi, nulla sarebbe stato più come prima.
    Cercami: ed io non l'ho fatto. Non mi sembrava importante perchè niente era, in quel periodo, davvero definito.
    Così ho proseguito, senza voltarmi, su quella mia strada che non segnava i tuoi passi, contenta di non essere seguita.
    Cercami: non l'ho fatto ieri e non lo farò oggi. Non saprei neppure riconoscerti, sei sempre stato così sfocato, due occhi di colore incerto ed una voce sfumata.
    Eppoi lo strappo preordinato, indispensabile affinchè non nascesse l'amore.
    Cercami: non è mai nato l'amore. Non puoi chiedermi di diventare ora quello che un tempo ho rifiutato essere: tua madre.
    Cercami: perchè? Ho percorso una strada senza ponti né curve a gomito, ho dovuto immaginare tutto......

    ......ho immaginato, Antoine, Blogosphere senza i tuoi post: impensabile.
    Bacio
    Marlene

    RispondiElimina
  6. i periodi di tristezza diventano più brevi con due baci appassionati?

    RispondiElimina
  7. non chiedermi il perché, ma lei va in fissa per la pubblicità della t.m, quando la sente alza il capo e rimane incantata. forse, lei, ha trovato la sua melodia, ma la dimenticherà crescendo.

    RispondiElimina
  8. sei una persona che merita trovare...
    Sandra

    RispondiElimina
  9. Un abbraccio e serena Pasqua.

    RispondiElimina
  10. Cercare è bello, ma se poi si trova, ecco che occorre un'altra vita per ricominciare a cercare :)
    Buona Pasqua

    RispondiElimina
  11. Come i pinguini di Happy Feet, tutti hanno una melodia da cui dipende il corso della vita. Una, una sola, per carità. Vita e melodia.

    Alcuni invece no. Alcuni come te, sanno ballare.
    E fornire assist. E guardare dalla panca. e girare le mutande dall'altra parte.

    RispondiElimina
  12. ma grazie per le indicazioni,ora è tutto più semplice

    RispondiElimina