martedì 3 luglio 2012

vananeghen III



La partita fu interrotta all'inizio del secondo tempo, il guardalinee alzò la bandierina invitando arbitro e quarto uomo a vedere qualcosa lungo la linea dell'out di destra. All'altezza della bandierina del calcio d'angolo aveva notato un filo rosso d'erba. Non era un rosso preciso come quello del trifoglio (i campi sono tutti in sintetico) o il rosso normale del cartello di divieto di transito, era un rosso tipico delle tinture da capelli che si possono fare in casa, identico a quello delle parrucche dei travestiti che si incrociavano sui viali dieci anni fa (ora le prostitute sono tutte in sintetico) prima del Grande Tonfo. Era strano che gli scanner non l'avessero notato durante il sopralluogo, forse perché il calcio d'angolo era stato abrogato dopo  l'approvazione del Nuovo Regolamento Totale, come non esisteva più l'ala sinistra (o esterno di sinistra) e di conseguenza il terzino destro (o esterno destro di difesa) sacrificati per una migliore ripresa televisiva . Inoltre era stato abolito il 4-3-3 e il rombo di centrocampo, ormai c'era solo roba tridimensionale, solo 3D, fine delle due dimensioni e di tutta la roba piatta.

Un tifoso olandese è stato condannato a tre anni di carcere per aver scambiato una figurina di van Hanegem, un collezionista di Rio de Janeiro rischia vent'anni perché trovato in possesso (appeso in camera!) di un poster di Romario; per un' immagine di Rivelino si rischia l'ergastolo. Un artista tedesco è stato arrestato perché nella sua galleria erano presenti due ritratti ad olio di Lothar Matthäus. Tutti siamo obbligati a giocare a Fantacalcio, è una sorta di controllo diretto che attuano i rivoluzionari del Grande Tonfo, così ci localizzano, sanno dove siamo, come la pensiamo.
Il filo d'erba rosso resisteva a ricciolo aggrappandosi ad un boccolo di vento, era una novità sentire quella brezza  perché gli stadi sono sigillati in modo da dare ad entrambe le squadre condizioni perfette senza vantaggi per nessuno. Qualcuno correva sulla sinistra pestando la linea bianca.


continua





16 commenti:

  1. mi piacciono sempre le partite interrotte

    RispondiElimina
  2. Come siamo finiti da Robeto e Senzapoppemonica al nuovo regolamento totale ed al grande tonfo... cioè un'idea su come siamo arrivati al grande tonfo ce l'avrei, ma il resto?

    RispondiElimina
  3. “Fin departie-Endgame-Finale dipartita”
    Tuttattaccato per esprimere meglio il tonfo italiano.

    RispondiElimina
  4. E' quella brezza che riesce ad insinuarsi nonostante i sigilli che ha catturato la mia attenzione...

    RispondiElimina
  5. Scrittore punk.. mi mancava!! :-D

    RispondiElimina
  6. Impossibile imbrigliare la vita ... c'è sempre un filo rosso inaspettato ..... miaoooo

    RispondiElimina
  7. Sono tutti quei fili d'erba a distrami

    RispondiElimina
  8. Sembra che in Italia ci sia una forte incidenza di SLA tra i calciatori probabilmente dovuta ad i fertilizzanti usati sui campi di calcio.....oltre a non esserci piu` bruchi ....
    Ciao francesca

    RispondiElimina
  9. Per una figurina di Schiaffino, allora, si rischia l'impiccagione senza processo? :))

    RispondiElimina
  10. di sicuro Adriano come per quella di Di Stéfano, senza processo ...

    RispondiElimina
  11. Oh, che sarà mai una figurina! Mi piace il tuo filo d'erba rosso, mi piace un casino!

    RispondiElimina
  12. Io la mia di Schillaci me la tengo stretta nelle tette allora! O le trovano anche li??

    RispondiElimina
  13. Continua, continua che voglio vedere chi corre sulla sinistra...

    RispondiElimina
  14. La brezza! Oh la brezza che si insinua maliziosa e birichina nonostante i divieti!

    RispondiElimina
  15. che bello quel filo rosso d'erba vivo fra tanti cadaveri...salutoni, Elisabeta_b

    RispondiElimina