mercoledì 13 giugno 2012

Questa foto non diventerà mai la copertina di un libro (pirata di strada)


 
C'era l'urgenza di scrivere questo romanzo di poche righe, un racconto minuscolo, lieve, poco profondo. Potrai affacciarti verso la fine di questa storia senza paura, senza  smarrimenti, neanche un po' di vertigini o un capogiro.
 
Sentirai ancora, per qualche secondo, le urla dei guerriglieri maoisti che hanno rapito il protagonista, perché l'unica maniera per sapere quanto vali è di farsi rapire da qualcuno. Ascolterai l'ultima canzone del vecchio pirata malese, quello che tiene la benda sull'occhio buono. Una canzone d'amore, mentirò, appena mi libero le mani.

24 commenti:

  1. anche tu alle prese con le urgenze. eh, difficile.

    RispondiElimina
  2. Un racconto breve piacevole.

    Baci

    RispondiElimina
  3. il libro è a lieto fine? ammazzano il rapito impalandolo?

    RispondiElimina
  4. Rapimento e vecchio pirata malese...Un intero Universo. MI PIACE.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  5. Dovrei dire qualcosa di possibilmente intelligente....mica mi viene però! Devo riflettere, non so se prima sul rapimento o sul pirata...
    Te mi sembri un pirata però! Dico sul serio alla fine ci freghi tutti. :)
    Ah se hai smesso di acchiappare per la coda desideri smarriti desideri smarriti magari inizia a renderci un po del tuo bottino che hai in cambusa (commenti arretrati in risposta...io ci provo) ahahahah ciao

    RispondiElimina
  6. questa idea di farsi rapire....potrebbe essere un test di verità

    RispondiElimina
  7. Arrivo giusto in tempo per la buonanotte...:-)

    RispondiElimina
  8. Farmi rapire?? ha paura di sapere la verità!!! Perchè poi sarei finito!!!!!!!Ciao, amico! tt

    RispondiElimina
  9. Ciao! Passo di qui per dirti che il tuo nome e il tuo blog sono stati citati nell'ebook "Niamh delle fate, una musa preraffaellita"... prova a dare un'occhiata qui: http://colorarelavita.blogspot.it/2012/06/ebook-gratis-niamh-delle-fate.html
    ;-)

    RispondiElimina
  10. -perché l'unica maniera per sapere quanto vali è di farsi rapire da qualcuno-verissimo jardigno, saluti,Elisabeta_b

    RispondiElimina
  11. Oh, il video! Mi ha tenuta col fiato sospeso, ma dove li trovi?!?!

    RispondiElimina
  12. Bellino. Però come copertina spacca.

    RispondiElimina
  13. più che malese, l'omino mi ricorda una povera vittima di qualche casalinga disperata che ha alzato un pò troppo il matterello.
    Ben ritrovato, caro Andò. Ho riaperto casa su Blogger. Quando vieni a trovarmi?

    RispondiElimina
  14. La brevità è la cifra della profondità, della semplicità, della saggezza ed anche della bellezza! E, manco a farlo apposta, anche la vita è breve.

    RispondiElimina
  15. Una dedica d'amore, quasi con il timore di disturbare.

    RispondiElimina
  16. Bel racconto ... ma quello nella foto non è il pirata malese ... è mia nonna con la cesta della biancheria in testa ...

    RispondiElimina
  17. Ma quei pirati malesi sono così carini!!

    RispondiElimina
  18. se era un'urgenza è perfetto così :)

    RispondiElimina
  19. :)...ma che splendido video..:-))) ciao zenzero..un saluto caro, dew

    RispondiElimina
  20. la crisi ha colpito anche i guerriglieri maosisti?!?

    RispondiElimina
  21. XXXD ho paura che pagherebbero i pirati per il non riscatto! :)

    RispondiElimina