giovedì 8 marzo 2012

Più della spada




"Arrivi dopo una strage", gli disse vedendola attraversare la strada col suo passo da soldato, coi suoi modi da disertore.
"Perché?"
"Non ho fatto che ammazzare il tempo".

In ritardo, come sempre, e tutto quel tempo era per lui un'eternità, non importava quanto, potevano essere : minuti, secondi, centesimi. E' come nello sport : un secondo in formula uno è un'eternità, un centesimo sui cento metri è un'eternità, un millesimo nelle gare di slittino. Sempre un'eternità. Controllò il colore dei suoi occhi per accorgersi che non si era ancora sciolto di stanchezza; ora che ha tutta questa eternità vorrebbe riempirla di qualcosa : arriva un bacio sulla guancia, accontentiamoci, si dice. Il tempo non basta a smaltirla tutta, da solo, da soli.

Questi due moriranno , non ci sarà da aspettare le ultime pagine, ve lo dico perché lo so. Perché dall'altra parte della piazza c'è un altro uomo, ha un cuore grosso come un pugno che strizza un'arancia, non è crudele, solo geloso. Alla fine anche lui si ucciderà, con la stessa pistola, perché è uno di quelli che raddoppiano il dolore, non è crudele, solo nonpensaadaltrodasettimane. Con tutta l'eternità che hanno intorno non c'è nessuno che si muova, nessuno può scappare. Eppure prima di scrivere questo racconto ho provato a fermarlo, abbiamo guardato la partita del Barcellona, ma dopo il 3-0 è andato via. Se tutti i personaggi di questa storia moriranno è colpa di Messi. L'unica maniera di salvarli è affidata a te che leggi, hai ammazzato il tempo, arrivi dopo una carneficina, lo sai. Trova un'espediente per scamparli se ti va, scrivilo nei commenti, sennò mettici una faccina triste, oppure torna in cucina e affanculo tutto, esci a berti qualcosa e dimenticali. Prenditi uno libro, accendi la luce, scopati una donna vera e non una con gli occhi che non si sciolgono nemmeno quando piange. Non merita : spengi questo cazzo di computer senza rimorsi.

"Mi hanno seguita", disse toccandosi la guancia dopo il bacio.

22 commenti:

  1. ecco, proprio quì all'angolo c'è un bar. baci

    RispondiElimina
  2. Gordio lo sa e scioglierà ogni cosa, senza rimorsi.

    RispondiElimina
  3. quasi quasi è più brava della nostra Consoli. Ciao tt

    RispondiElimina
  4. Superfluo farti complimenti per come sai descrivere le scene, Maestro!
    Io non spegnerò il computer, ne cercherò un finale diverso, perchè ciò che hai scritto è una morte annunciata, più reale della realtà, più attuale dell'attualità è più eterna dell'eterne stragi della gelosia!
    Un inchino a te, Maestro!

    RispondiElimina
  5. ...niente strage, ma una donna per due uomini, se nell'Islam l'uomo ha tante mogli perchè una donna non può avere due mariti?
    Ciao.

    RispondiElimina
  6. Cesare deve morire......
    francesca

    RispondiElimina
  7. forse è una morte annunciata.... o forse una attesa eterna di una morte annunciata.... ma se comincia a piovere.... si scioglie tutto... si sciolgono i capelli, gli occhi, i vestiti... colori che si mescolano in pozze... si scioglierà il tipo con la pistola.... inutile.... moriranno tutti lo stesso...
    un abbraccio, grande giardi :-)

    RispondiElimina
  8. Anche una mia amica usa sempre l'espressione ammazzare il tempo o ammazzare la domenica.

    Buon venerdì!

    RispondiElimina
  9. facciamo come in "se mi lasci ti cancello" riavvolgiamo tutto nascondiamo questi due in una zona profonda della memoria, pensiamolo tutti intensamente, e portiamo l'uomo dal cuore grosso come un pugno che strizza l'arancia indietro alla sua infanzia, regaliamogli un padre e soprattutto una madre che lo amino e che gli insegnino a guardare aldilà di un dolore, della sconfitta, della perdita, ne salviamo 3 oggi e poi una donna ogni 3 giorni, tutti gli anni.

    RispondiElimina
  10. bellissima quell'icona… la mia! :)

    RispondiElimina
  11. Questo è quello che si dice un racconto che COINVOLGE il lettore :)
    Bellissimo..

    RispondiElimina
  12. la scena si congela, tutti guardano in faccia tutti, musichetta da far west... le tempesta solare annebbia i pensieri e svuota le memorie. reset.

    RispondiElimina
  13. 'Con tutta l'eternità che hanno intorno... nessuno può scappare' crudele, verissimo ma anche un punto di riflessione, un incoraggiamento a non sprecarlo, questo tempo.
    Al solito, super links.

    RispondiElimina
  14. il finale meno drammatico è sempre quello che non si sceglie.
    Veramente ero qui anche per farti gli auguri di compleanno! :))

    RispondiElimina
  15. Non ci sono più aggettivi per parlare di Messi, credo!

    RispondiElimina
  16. Siamo circondati da eternità!

    RispondiElimina
  17. .... "Mi hanno seguita", disse toccandosi la guancia dopo il bacio. Lui le sorrise un po' perplesso, mentre dall'altra parte qualcuno li guardava disperato e non sorrideva. Ma proprio in quel momento un gatto randagio si piazzò davanti a lui guardandolo fisso negli occhi disperati e inizio a miagolargli qualcosa che a ll'uomo sembrò avere la cadenza del suo nome, ne fu turbato e si rivolse allo strano micio bigio che ostinatamente continuava a chiamarlo. Iniziò a fissarlo e a chidergli che volesse, ma quello smise di miagolare lo guardò ancora intensamente, poi improvvisamente, si alzò e se ne andò con la coda alta. Molto alta. L'uomo si riscosse guardò al di là della strada, ma non c'era più nessuno, neppure un uomo, e una donna lungamente attesa. Pensò a quante volte l'aveva aspettata, a quante volte aveva dovuto ammazzare il tempo per Lei, anche quella sera era arrivata in ritardo, anche con quell'altro ...... no sorrise tra se, basta aspettare, aveva ammazzato fin troppo in quegli ultimi anni, questa notte non ci sarà nessuna strage. E se ne andò. Poco lontano uno strano gatto puntava la notte ..... a ben guardarlo potrebbe sembrare che rida sotto i baffi ...
    ma no,è soltanto uno strano gatto. Miao

    RispondiElimina
  18. buona domenica! tt

    RispondiElimina
  19. Io la domenica la vorrei ammazzare davvero, picchiare a sangue. Mandarla in vacanza, proprio lei che ci manda in vacanza forzata...

    RispondiElimina