giovedì 16 febbraio 2012

macchina del tempo IV



Sembra ieri, mi dici.

Basta una nevicata e si riesce a tornare indietro di trent'anni. Sono meno. C'è chi compra la stessa schiuma da barba, il dopobarba per l'uomo che non deve chiedere mai invece non lo fanno più. Qualcuno compra ancora la stessa marca di biscotti wafer al cioccolato, ma avete notato che sono più piccoli? Perché c'è la nostra canzone, il nostro ristorante (ancora nuova gestione). Mi innamoro solo di donne alla vaniglia. Lo stesso modo di baciare, la lingua dove l'hai lasciata? Una donna alla vaniglia come quella all'amarena le devi baciare solo con la lingua sennò si insospettiscono.

Si ferma il tempo con gli oggetti come si fa con le porte che sbattono. Sto pensando alle cose che non invecchiano : le risate invecchiano ma non fanno sfiorire. Le liste di cose che invecchiano, invecchiano.

C'è una parte del tuo corpo che non declina, una zona franca che non invecchia; ci appoggio sopra un bacio ogni giorno. I baci non passano di moda ma invecchiano. Ti bacio lì, giusto per riprendermi. Il problema è che si sposta, di continuo.






18 commenti:

  1. di continuo i capitoli precedenti

    RispondiElimina
  2. Un plauso al crononauta che è in te.
    Occhio che una volta i Baci li chiamavano cazzotti.

    RispondiElimina
  3. Sei sempre così....come dire....realmente romanticone :)
    Però...non potrebbe esser che dopo una nevicata è la tua bocca ad essersi leggermente spostata?
    In fondo son passati solo 29 anni 11 mesi e 30 giorni!
    Bacio (senza lingua) variegato all'amarena!

    RispondiElimina
  4. Per uno della mia generazione questa, qui descritta, é una botta di vita!

    RispondiElimina
  5. Eh... ma anche se si sposta son certa che la rotrovi sempre!

    RispondiElimina
  6. dei passati sempre in evoluzione.. :)

    RispondiElimina
  7. io gli occhi li ho chiusi di nuovo ed ho contato fino a tre e continuo a pensare che ora abbiamo un segreto in comune e... non ho mai provato urrà

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. E certo, che si sposta di continuo. Vuole arrivare all'anima. La parte va verso il tutto.

    RispondiElimina
  10. Vedo che la questione "tempo" e' sempre nei nostri pensieri.. io vorrei che non mi portassero mai via il tempo..

    RispondiElimina
  11. Io scelgo quelli che mi baciano senza lingua. Anche se poi è questione di tempo anche lì. Prima o poi ce la mettono. Baci

    RispondiElimina
  12. Vanilla planifolia e Prunus cerasus...un fiore(orchidea) e un frutto rosso(passione). Labbra e lingua???:))

    RispondiElimina
  13. liquirizioa confetti di liquirizia grezzi....
    Compro sempre quelli e non invecchiano
    ciao francesca

    RispondiElimina
  14. Lo spostarsi è segno vitale ... e non ti fa cadere nella noia della routine la ricerca.
    ps
    quando i Wafer erano i mitici Hurra Saiwa ...

    RispondiElimina
  15. è vero, basta una nevicata e si torna indietro di 30 anni, e passano mode, auto, generi alimentari, scudetti vinti o persi, ma la neve rimane uguale anche dopo 30 anni.

    RispondiElimina
  16. Ragionerò. Su lingue sopra gelati alla vaniglia. E all'amarena.

    RispondiElimina