mercoledì 4 maggio 2011

una strage



Hanno invaso le sue isole di Langerhans senza farsi vedere, sbarcando da chissàdove, senza dichiarazioni ufficiali di guerra, senza avvertire gli ambasciatori. Senza segnali. Bastava decrittare il codice CA-19-9, ma l' intellingence non l'ha capito. Quando mai. Leda guarda la scatola delle sue analisi : le vecchie radiografie sbordano come onde scure e piatte. A coprire il tutto la busta della colangiopancreatografia retrograda endoscopica. Mentre frugava ha trovato un pezzetto del gesso che aveva da ragazzina quando si era rotta il braccio, c'è la firma di un calciatore famoso, ma ora non si ricorda più chi fosse (forse De Sisti).
A tappo ha messo i fogli della colangiopancreatografia retrograda endoscopica : il verdetto. Tumore al
pancreas, 8-10 mesi di vita, forse un anno.

Gli è venuta fame. Guarda dentro la dispensa cosa è rimasto, oggi non andrà a fare la spesa. Il caffè scade tra 6 mesi. C'é una vecchia confezione di spaghetti che scade a Settembre. La mozzarella in frigo è scaduta. Poi trova una confezione di funghi sott'olio. Scadenza : Aprile 2013.

Li inforca uno dopo l'altro per la testa, la fame scivola su una bocca gonfia d'olio. Magari anche la morte. Li finisce tutti.

21 commenti:

  1. http://www.behance.net/gallery/Over-The-Moon/1288699
    in copertina (manomesso) mi scuso

    RispondiElimina
  2. mi hai fatto tornare in mente i miei gessi strafirmati!
    un saluto

    RispondiElimina
  3. Commuovente, intenso, così vero.
    Mia madre ha il cancro, non si sa quanto tempo: il pensiero delle scadenze dei cibi aveva colpito anche me.
    Tanto di cappello ai link che suggerisci.

    RispondiElimina
  4. queste scadenze mi circondano in maniera poco piacevole.. in attesa di poter dire quello che dovrebbe farmi crescere almeno un po'. Ho sempre cercato di non guardarci alle scadenze....

    RispondiElimina
  5. ...la mozzarella non si mette in frigo, mai.

    RispondiElimina
  6. insomma, un invito a prendere l'attimo per il ciuffo...
    Baci

    RispondiElimina
  7. hai scelto uno di quelli cattivi cattivi io spero che Leda se la sia allungata la scadenza, se ne valeva la pena, solo se ne valeva la pena e se così è stato ringrazio ogni singolo fungo di quella confezione e il gusto con cui Leda se ne è cibata

    RispondiElimina
  8. Quando sento parlare di questo tipo di marcatori mi vengono i brividi.
    Doriana

    RispondiElimina
  9. De-perire...
    quanto si somiglian le cose.

    RispondiElimina
  10. fa paura pensare che un sottaceto ha una scadenza più lunga di un essere umano. Sono triste :-(

    RispondiElimina
  11. Grazie mille per aver visitato il mio blog e per aver lasciato un commento! :)

    Un saluto da Babysan!

    RispondiElimina
  12. Non riesco a scrivere commenti dove si parla di tumori. Troppi ricordi.

    RispondiElimina
  13. del resto anche noi nasciamo confezionati con una bella data di scadenza incisa a ferro e fuoco... fortuna che non riusciamo a leggerla...

    questo però era tristissimo, eh!

    RispondiElimina
  14. Quante cose saranno quando non saremo più ........ scadenze .... orologi ....
    gli esseri umani credono di giocare con il tempo .....
    ma il tempo da sempre scacco matto

    RispondiElimina
  15. la scadenza di una vita...a volte almeno della nostra la conosciamo e mi vengono i brividi...buona domenica jardigno

    Vanillasky724

    RispondiElimina
  16. a volte le scadenze sulle confezioni non servono a nulla
    e fanno ancora più male del cibo che hanno dentro ...

    un tempo a scadere è davvero terribile
    ciao jar
    grazie barche

    RispondiElimina
  17. E sì la vita ha una scadenza, per fortuna il tuo post non è scadente!

    ciao... mirco

    RispondiElimina
  18. E' solo un racconto, vero...?

    RispondiElimina
  19. Grazie per aver visitato il mio blog... Ma quanti libri hai scritto? Io solo uno, che guarda un pò parla di una malattia ... e del coraggio che si trova per affrontarla. Viva la vita per quello che dura... alle scadenze ci penserò!

    RispondiElimina
  20. Incredibile come uan cosa insignificante, o a cui semplicemente non facciamo mai caso come la scadenza dei cibi possa sembrare a qualcuno una sorta di conto alla rovescia della propria vita...

    RispondiElimina