mercoledì 4 dicembre 2013

Un nazista per amico

 


F. striscia il dito in cerchio lungo il bordo del bicchiere.
 
"E' una delle cose che non mi riusciranno mai", mi dice.
"Non mi riesce far suonare i bicchieri, non mi riesce togliere le macchie d'erba dai pantaloni bianchi. Non mi riesce lasciare una donna."
"E tutto questo in quale ordine ?"
 
Il mio bicchiere intanto fa un Sol pieno, dipende dal vino rosso che ancora mareggia sul fondo. Col bianco uscirebbe un La diapasonico.
 
"G. non posso lasciarla,  è spettacolare, ", continua a parlare, pur sapendo che non stonerà nemmeno una nota.
"A letto è tutta un mordimi il collo, strizzami le tette, prendimi per i capelli, succhiami lì, mettiti in piedi, scopami da dietro..."
 
"Ma alla lunga non è un po' umiliante? Non ti sembra di usarla, alla fine ne uscirai mortificato, colpevole..."
 
"Per niente, in fondo eseguivo degli ordini."







TAKE IT EASY (before)

4 commenti:

  1. come le togli le macchie d'erba dai pantaloni bianchi?

    RispondiElimina
  2. In effetti la logica non fa una grinza. Eseguiva semplicemente degli ordini, per l'appunto.

    RispondiElimina
  3. questa mi sa che non l'ho capita

    RispondiElimina
  4. Com'è facile, così. C'è quasi da invidiarlo. Però anche a me è rimasto il dubbio di Amanda: per le macchie d'erba?

    RispondiElimina