giovedì 4 febbraio 2010

Il sistema metrico della mamma

______________________________________________________________
I segnali di sicurezza c'erano tutti.
"Occhi di serpente..." aveva tuonato il televisore e un altro bicchiere si era schiantato sul pavimento. Per colpa di quella telenovela brasiliana in casa non c'era più un servito bono.
Non sono un tipo distratto, semplicemente sono troppo sicuro di me. Non verifico quando sono sicuro di aver fatto quella cosa. Il mio cervello non fa la spunta sempre di tutto.
...
Per questo, quando la mamma è entrata di corsa nel bagno, sono rimasto col righello in mano a misurarmi il pisello. Non avevo spuntato di chiudere la porta a chiave; cazzo, altro che pisello !
Lei è uscita subito senza proferire parola, ma sapevo che mi avrebbe parlato prima di cena per superare l'imbarazzo.
...
"Le dimensioni sono importanti, ma non bastano a coprire una donna " - cominciò.
"Secondo me deve essere come un sorriso e duro come la luna". "E non credere sia così poetico perché la forma dell'erezione ricorda un lungo, lungo sorriso e anche il poeta Genet ci vedeva la luna"- continuò sorridendo.
"Mi sembra un po' pochino" - cercai di replicare
"Non hai capito ma potrai capirlo fra un po'"."Per quanto tempo riesci a tenere un sorriso ?"
"Il segreto è tutto lì, credimi".
Sembrava aver finito, invece si girò ancora verso di me.
"E non pensare che la luna sia così lontana" - disse d'un fiato.
"C'è stato un periodo della mia vita che ci sono stata anche 8 volte in un giorno !"

37 commenti:

  1. La foto del cartello l'ho trovata in un sito che non ricordo e sembrerebbe vero.
    I soliti link vi porteranno lontano (anche fuori tema ma chissene...)

    RispondiElimina
  2. Il link "Luna" è semplicemente adorabile!!!

    Grazie

    RispondiElimina
  3. eheheheh...
    però pensare alla luna prima che alla banana... si deve essere davvero romantici!

    RispondiElimina
  4. Sul sesso noi uomini abbiamo sempre e solo da imparare dalle donne!

    RispondiElimina
  5. Quella volta che andai sulla luna, fu duro accettare di doverne tornare.

    RispondiElimina
  6. oh luna, che ci fai lassù in ciel?!

    RispondiElimina
  7. Ma una mamma così non ti traumatizza per tutta la vita????

    RispondiElimina
  8. Averli dei genitori così!
    Qui vivo immersa tra i tabù!
    Aiuto!

    RispondiElimina
  9. 8 volte al giorno?
    O_O

    era così poetico il modo in cui ti spiegava i perché della vita....
    quanti anni avevi? o è top secret? eheheheheh ....
    buon proseguimento

    ^___________^

    RispondiElimina
  10. è già difficile parlare con mia madre quando esco con qualcuno, figurarsi a parlare di ste cose...ma quant'è bello, però, avere dei genitori così???

    RispondiElimina
  11. A casa mia non s'è mai parlato di lune e simili eheheh forte!
    Io invece sono autodidatta ahah :D

    RispondiElimina
  12. E brava mamma! Mi è piaciuto molto il paragone "duro come la luna"... tanto nessuno sa com'è dura la luna!

    RispondiElimina
  13. Non è che abbia molto da dire a tal proposito, esprimo l'unica cosa che mi è venuta spontanea, posso?
    Ha.. Ha.. Ha.. Ha.. Ha..

    RispondiElimina
  14. Perfetto adotterò questo metodo col mio ometto...insomma le mammme sono anche donne o no!?!

    RispondiElimina
  15. Duro come la luna e brillante come il sole.

    RispondiElimina
  16. Adesso capisco da dove t'arriva tanta saggezza! :))

    RispondiElimina
  17. Anche il cartello è bellissimo...
    Da questo post, davvero, capisco tante cose.
    Di come sia difficile essere un genitore.
    Affrontare così questo delicato argomento rende chiaro come è possible che vengano toccati tutti i temi difficili da affrontare della vita.
    Un buon figlio è tale grazie ai propri genitor. Ed io ora vedo tutto quello che non mi hanno saputo insegnare, tutte le strade su cui non mi hanno saputo indirizzare nonostante le mie inclinazioni. Mi sentirei inadeguata, x cui ci penso bene anche solo a pensare di averne, di figli.
    Grazie :-)

    RispondiElimina
  18. ... per quanto tempo riesci a tenerlo, il sorriso???

    RispondiElimina
  19. i video sono splendidi. Quello della luna poi, non ho parole.
    che mamma deliziosa... adesso capisco da chi hai preso caro sognatore.

    RispondiElimina
  20. Ecco finalmente qualcuno che col sorriso ci racconta de “l'altra faccia della Luna”.

    Quel cartello poi ha un suo perché...

    RispondiElimina
  21. si delizioso video quello della luna, se non sbaglio dello stesso regista di Coraline... ma come mai pensano tutti sia autobiografico? Sanno qualcosa che non so?

    RispondiElimina
  22. mitica mamma :)
    piuttosto didascalica ;D
    tu non sai quanto mi hai fatto felice citando Dancing days (che anch'io guardavo nel lontano 1982 e riguardo ogni sera, su SKY in memoria dei vecchi tempi) la canzone è stato un tormentone per anni
    buona notte

    RispondiElimina
  23. Mio figlio, che in questo periodo è rustico, non mi avrebbe fatto proferire parola.
    Tempo fa, avendo saputo (da mia nipote) che aveva una ragazzina e che l'aveva portata nella casa al mare trafugandomi le chiavi, quando tornò a casa pensai bene di parlargli: non andai oltre i preamboli.

    RispondiElimina
  24. Ignominia sai benissimo che tutti i cretesi sono bugiardi ! Figurarsi quelli come me che hanno visssuto tra Scandicci e Signa !!!

    Trasformando una citazione di Camus si potrebbe pure dire :
    La verità, come la luce, acceca. La fantasia invece è un bel crepuscolo, che mette in risalto tutti gli oggetti.

    RispondiElimina
  25. "Il sistema metrico della mamma"... ahahahahah... il titolo è un capolavoro...

    RispondiElimina
  26. Ma tua madre è una potessa? :)

    RispondiElimina
  27. Il fascino della luna.....sempre sostenuto!
    Grande mamma!Syl

    RispondiElimina
  28. Bello, bello, e mi è piaciuto assai andare in giro per i link: il "sorriso" e l'ultimo mi sono piaciuti particolarmente.
    Grazie!

    RispondiElimina
  29. Ci accompagnate in quelle passeggiate sulla luna.
    E il sorriso che ci lasciate stampato sul viso vale la pena di vivere.

    Ne ricordo alcuni di sorrisi che quando ci penso, torno a camminare sulla luna.
    Ne vivo altri che sembra che da li' non sia mai tornata.
    Che donna, questa mamma.

    RispondiElimina
  30. Magnifico!!
    Una madre eccezionale!
    Post troppo forte:-)
    Buona domenica

    RispondiElimina
  31. Difficile per una madre spiegare il sesso ad un figlio maschio, ma la poesia della luna e il sorriso aiutano notevolmente!

    RispondiElimina
  32. ;)

    viva la mamma, cantava bennato...

    RispondiElimina
  33. eccomi qua mattiniera o quasi...

    buon inizio settimana ^__________^

    RispondiElimina
  34. Io, con mio figlio, sono stata molto pragmatica.
    Per lui è stato naturale chiedere.
    Per me, altrettanto rispondere.
    Non ci sono mai stati argomenti tabù tra di noi. Abbiamo sempre parlato di tutto. Usando spesso anche l'ironia che, di sicuro, aiuta a stemperare e a sdrammatizzare. Rendere gli argomenti anche meno imbarazzanti. Se d'imbarazzo si può parlare per tematiche che riguardano la vita.
    Non sono una di quelle madri che è convinta che i figli raccontano tutto e, fanno solo le cose giuste.
    Naaaaaaa
    Ma quando ha avuto bisogno di me, quando ha chiesto consiglio, o aiuto, io ci sono sempre stata.
    Invadere mai.
    Esserci sempre.
    C'è un tempo per tutto.
    Bel post, Antonio, bello e......
    Un bacio
    Marilena
    P.S. - Insomma, se gli avessi fatto un discorso più poetico, mica sono sicura che lo avrebbe capito. Anche se, credimi, immensamente mi avrebbe stimolato poterlo fare :)

    RispondiElimina
  35. Bellissima, ancora tanti complimenti. :)
    Ciao.

    RispondiElimina