giovedì 27 agosto 2009

Ho preso tutto ? (La cassa automatica)

Da quando ci sono le casse automatiche veloci A. compra i preservativi solo al supermercato : più anonimo di così ! Niente figure imbarazzanti di fronte ai distributori automatici , niente rossori di fronte alla farmacista. Eppoi A. è un timido di quelli catastrofici : per esempio, in farmacia li compra sempre insieme alle Zigulì, giusto per mimetizzare.
Con la cassa automatica invece è tutto superato, si prende il cestino, si cammina verso lo scaffale dei sanitari e mentre si adocchia i cerotti e le bende, magari toccandoci un po' il polpaccio a simulare un dolore inesistente, si lascia scivolare la confezione di preservativi dentro il cestino.
Magari fà un po' di spesa, oppure prende qualcos'altro giusto per nascondere nella lista del display l'acquisto che lo imbarazza.
Oggi è toccato a una retina di scalogni e a una rivista.
Velocemente passa sul lettore la scatolina per farla cadere dentro la shoppers bianca, a ruota seguono gli scalogni che abbracciano la confezione di preservativi, infine la rivista chiude gli acquisti e sigilla il segreto.
Dietro di lui scorge due facce note, non proprio amici, ma conoscenti che gli sorridono e lo salutano a distanza.
E' andata bene ! C'è una distanza di sicurezza : una vecchietta con una confezione gigante di ammorbidente parla al cellulare illustrando le qualità eccezionali della marca D. rispetto a quello che acquista la congnata dall'altra parte del telefono.
Paga, prende la busta e attraversa il cancellino.
L'allarme suona, lui torna indietro, ma il cicalino conferma. La ragazza addetta alle casse automatiche si avvicina, i capelli legati in una lunga coda e un bel sorriso accondiscendente.
Controlla i pochi articoli dentro la busta, prende in mano la scatola dei profilattici, allunga il braccio in alto sopra la testa. Al centro della minuscola piazzetta dopo le casse dice ad A. e agli altri : "Vada pure, questa confezione lo fa sempre suonare".
La vecchietta dietro di lui copre il microfono e gli consiglia una marca diversa che, dice tranquillamente, costa di più ma secondo le statistiche è più sicura.
I due conoscenti subito dietro ridono chiedendogli se ha provato quelli ai frutti esotici.
Nella cassa accanto un uomo bassetto in giacca, nonostante il caldo loda il metodo Ogino e racconta le virtù matematiche del ciclo della moglie.
Tutto questo avviente in meno di tre minuti e si è pure scordato di prendere lo yogurt magro.
L'anziana con l'ammorbidente gli passa davanti : "Prendi anche una bottiglia di vino bianco ".

33 commenti:

  1. ho visto gente nascondere le prugne secche e gli jogurt della marcuzzi... Io sono indubbiamente la vecchietta.

    I nastri dei supermercati sono pellicole film dai mille risvolti.

    Odio le casse automatiche, e prima o poi farò la cassiera per un giorno, solo per scrivere dietro ad ogni scontrino il titolo del short film che ho appena visto passare, sotto la colonna sonora new bit.
    Tanto sono sempre dei dannatissimi papiri gli scontrini...

    RispondiElimina
  2. Divertente!! comunque è vero che gli uomini si vergognano a comprare i preservativi, quando io e FM eravamo 'in rodaggio' li compravo sempre IO! Adesso per fortuna non abbiamo più questo pensiero, vogliamo allargare la famiglia! Cris

    RispondiElimina
  3. Sembra una scena alla Ben Stiller.

    Mi chiedo chi possa mai essere questo "A."...

    ;)

    RispondiElimina
  4. Perchè vi vergognate di comprare i preservativi? Credevo fosse una cosa da ganzi, come dire : guardate, io scopo !
    Io sapevo di uno che non si vergognava dei pres. in quanto tali ma del fatto che li doveva prendere small e allora ne comprava tre pacchi : uno small e due large!
    Comunque, hai un modo di raccontare davvero accattivante

    RispondiElimina
  5. Ciao, mi hai fatto morire dal ridere!!Li ho sempre comprati io, ciò la faccia tosta:-)Pensa che quando mio figlio era grandicello pensavo ad un regalino del genere, mi dissuase un'amica dicendomi che era poco fine:-))Bè, per i timidi è tutto risolto, penso che oggi il problema vero sia saperli usare ahahah, scusa, ma ne sento tante ai giardini, questi ragazzi, dall'aria navigata e poi....
    Un saluto cordiale, sempre bello leggerti:-)

    RispondiElimina
  6. Si dicono, regalano e sprecano tante scuse..che basterebbero per alimentare di sole lacrime un oceano straripante di pensieri, rabbia e voglia di cambiare rotta e direzione.


    AngS.

    RispondiElimina
  7. Ahahah, almeno non avrà la casa più invasa da zigulì e cerotti! Troppo comico questo racconto. Anche il protagonista, così timido, è molto tenero, si fa il tifo per lui!

    RispondiElimina
  8. Non so se lo hai già fatto,ma se pubblichi un libro con i tuoi racconti sbanchi!
    Sempre grande.

    RispondiElimina
  9. Le tue pennellate impressioniste non si smentiscono mai. Oggi mi é bastato saltare sullo scaffale dei piatti di plastica per vedere tutta la scena. Mi sono imbattuto da poco in uno di quegli aggeggi infernali (la cassa aut. non il preservativo) e da allora vado molto piú spesso al mercato sotto casa, al panettiere dell'angolo, al fruttivendolo pakistano, al pescivendolo argentino e via dicendo....

    RispondiElimina
  10. veramente bello questo post..
    potresti tirarne fuori un cortometraggio, sarebbe divertentissimo
    ciao

    RispondiElimina
  11. anche io mi sono immaginata la scena di un divertente cortometraggio!
    ^_^

    Ah, io sono la coppia di conoscenti che li consigliano ai frutti esotici! ^_^

    RispondiElimina
  12. Divertentissimo!!!

    grazie mille delle tue visite

    RispondiElimina
  13. Le casse automatiche...che odio!E poi se non vuoi fare notare un tuo acquisto..bhè è proprio il posto sbagliato!Infatti si inceppano sempre e tu rimani perennemente con il tuo bel pacchetto in mano con una coda interminabile dietro e tutti che guardano cosa stai facendo!MAI andare ad una cassa automatica se non vuoi fare notare il tuo acquisto caro A!!!!!!:D

    RispondiElimina
  14. ...naturalmente facciamo tutti il tifo per lui...mi aggrego con vero piacere:-)))))Attendo...'sviluppi', e' proprio il caso di dirlo^_^
    Un abbraccio a te, maestro;-)
    *a*

    RispondiElimina
  15. meglio entrare nel supermercato e gridare in stile rapina: Fuori i preservativi! si fatica meno
    marina

    RispondiElimina
  16. A me è venuto in mente questo:
    http://www.youtube.com/watch?v=hJinD5mCOLk

    :)

    RispondiElimina
  17. Ma tu pensa quanta fatica per nulla!.. :D

    RispondiElimina
  18. How !
    le casse automatiche da me ancora non sono arrivate, sicuramente non sappiamo neanche come funzionano... in ogni caso, occhio che il Pre. non sia bucato !!!
    Kissss ;-)
    Ps : come sono andate le ferie ?

    RispondiElimina
  19. Che grafica stupenda ha il tuo blog!
    Non ti andrebbe di insegnarmi come si fa a cambiare sfondo o impostazione al blog?
    veramente complimenti al tuo blog.
    ciao ciao

    RispondiElimina
  20. Troppo forte! Tre giorni fa uscite dalla farmacia, aspettavamo una conoscente e mia figlia (9 anni) nota il distributore dei profilattici....... "Mamma ma che c'è qui dentro, che vuol dire durex...?" Io imbarazzata stavo per dar forza alla mia inventiva per fuorviare l'argomento.... Per fortuna sono stata salvata dall'amica che in quel momento usciva dalla farmacia...

    RispondiElimina
  21. a me piace la cassa automatica.
    un nuovo giocattolo.
    spero che arrivi presto in città.

    RispondiElimina
  22. la vecchietta ci ha visto giusto con il vino bianco eh....

    RispondiElimina
  23. ciao questa è magnifica e tragicamente vera,ci sentiamo buona domenica

    RispondiElimina
  24. Comprare i preservativi è un atto di intelligenza e responsabilità, peccato invece molti lo considerino ancora un tabù per cui ridacchiare alle spalle altrui.
    E poi, come dice Aleph, acquistarli sottintende un'attività sessuale, quindi perché riderne?
    A me viene da piangere, invece, perché è passato troppo tempo dall'ultima volta che li ho acquistati (quelli alla frutta, comunque ed in farmacia, dopo una divertente e beneaugurante chiacchierata con il farmacista!).
    Ma poi cosa sono le casse automatiche, quelle dei normali supermercati?
    Racconto significativo, comunque.
    Buona domenica...

    RispondiElimina
  25. I preservativi e la gioia delle casse automatiche... Divertentissimo racconto per il mio rientro :)

    RispondiElimina
  26. Carino!!!
    Però capita a tutti prima o poi.Diversi anni fa io e il mio ragazzo(di quel periodo)andiamo al supermercato e la spesa consisteva in pacco di preservativi da 24(non eravamo troppo esagerati?)e torta al cioccolato Cameo.
    Paghiamo l'assortita spesa e la cassiera con un sorriso stronzo ci fa"Buona serata e buon divertimento!!!!"
    Da quel giorno preferisco i distributori automatici!!

    RispondiElimina
  27. adoro le casse automatiche se ho poche cose, soprattutto in quei supermercati in cui su 10 casse ne è aperta solo una e a far la fila è pieno di gente che chiede di aspettare perchè ha dimenticato qualcosa.
    Io sono come la Vecchietta quando mi ci metto.

    RispondiElimina
  28. Più o meno come quando compravo le compresse per far aumentare il seno. :-|

    RispondiElimina
  29. Divertente divertente divertente!!!

    RispondiElimina
  30. eheheheheh
    sì, ce ne sono tanti che si fanno prendere dall'imbarazzo in certe situazioni.... ma, in fondo, è una cosa normale....

    RispondiElimina
  31. Grande la vecchietta........mi hai fatto divertire, davvero esilarante ed, ahimè, molto vicino alla realtà!
    Ma perchè la vergogna o forse è meglio chiamarlo pudore, di acquistare ciò che riguarda la propria intimità, che siano le prugne per la stitichezza o i tampax, sono ancora così diffusi?
    La scena che racconti, l'ho vista simile più di una volta, senza le casse automatiche, ma simile!Un saluto!Syl

    RispondiElimina
  32. hahahaa.... mi sono davvero divertita a leggerlo.. :))))

    trovo davvero sciocco doversi vergognare.. io li compro tranquillamente al supermercato.. a volte il cassiere mi sorride (le donne no, ma forse io se fossi cassiera non ci troverei nulla di male).. rispondo al sorriso sorridendo a mia volta...

    grazie per la risata..

    Viola..
    ..leggendo la descrizione perfetta del suo ex ragazzo.. continua a sorridere...

    RispondiElimina